Ahmed Ait Addi

Ahmed  Ait Addi Ahmed Ait Addi
Bologna (Marocco)

Iscritto dal
01/03/2011
Categoria: Pittori

Opere inserite: 21

Visualizzazioni profilo: 2075

Voti ricevuti: 89 Chi ha votato?


Data di nascita: 05/08/1963
Residenza: Bologna - Marocco
Telefono: 3384418630


AIT ADDI AHMED nasce a Agadir (Marocco) . A partire dall’adolescenza,durante gli studi superiori , si è dedicato,da autodidatta,al disegno ed alla sperimentazione delle diverse tecniche pittoriche, partecipando a numerose mostre collettive.
Giunto in Italia nel 1986, dove vive e lavora a Bologna, ha coltivato la propria passione artistica, raccogliendo anche nuovi stimoli dalla cultura artistica italiana.
Ha realizzato un centinaio di opere con tecnica mista, molte ispirate alla nostalgia dei colori,dei personaggi e delle atmosfere del paese natale.
Ha partecipato a varie concorsi e esposizioni collettive.
I suoi lavori sono visibili sul sito personale: www.aitaddi.it

Ahmed Ait Addi si esprime in un linguaggio solo apparentemente impulsivo e graficamente segnato da forti accenti espressivi. Le sue narrazioni figurali hanno un’originalità esecutiva che può essere fatta risalire alle correnti realiste del secondo dopoguerra, quelle che avevano riscoperto e rinnovato la consistenza visiva del vero, ma che pure, in alcuni casi, imprimevano venature allegoriche ai significati della rappresentazione. A questa arte Ahmed Ait Addi è indubbiamente e felicemente legato, ma la sua cifra stilistica sembra aver accolto anche la lezione, e persino i dubbi, che Picasso ha espresso nelle sue prove più tardive. Si tratta di lavori che rivelano una riflessione approfondita sulle contraddizioni linguistiche della pittura moderna, e che ristabiliscono i valori formali ed estetici della riconoscibilità. Di indubbio fascino ed impatto immediato, l'estetica di questo artista si avvale di un linguaggio ben calibrato e della duttilità di uno strumento segnico che sa cogliere, della figura umana soprattutto, il senso del movimento, e della complessità costruttiva degli elementi, tutte le illimitate potenzialità. Poiché egli ama confrontarsi con la verità di un racconto compiuto, le sue composizioni sono ricche di spunti allusivi e di suggestioni. La figura umana si integra con una sorta di sociologia della vita che corrisponde alle sue istanze emotive più profonde e che preside alla sua creatività. Queste figure convogliano sentimenti, idee e significati narrativi, ma rifuggono dalle ambiguità delle interpretazioni psicologiche, in quanto rispondono soprattutto alle esigenze estetiche e compositive dell’impaginato figurale. Ahmed Ait Addi ha dunque maturato e risolto un linguaggio visivo inconfondibile, dove le scelte tematiche agiscono in trame fortemente incisive e significanti, determinando la congruità delle scelte formali. Egli è artista che, in una modalità del tutto libera e innovativa, ha scelto di concretizzare il visibile attraverso il filtro dei suoi stessi sentimenti e con la sincerità della sua partecipazione. Se le sue immagini si tendono, si ampliano, o si offrono in sapiente originalità, è sempre per farne scaturire la forza persuasiva, e la leggerezza scritturale. Come di fronte a una trama che si rinnova in capitoli densi e tesi, lo spettatore viene coinvolto dalla rivelazione illuminante di una realtà che si evolve dinamicamente sotto il suo sguardo. Rielaborando coerentemente la sua espressività, anche nelle sperimentazioni dove la figura lascia il posto a segnali di sapore informale o alla realizzazione di oggetti fascinatori che vivono nello spazio, l’artista non rinuncia mai a una significazione corposa di immediata accessibilità. Cultore di un'arte oggettiva, gli avvenimenti di cui si fa relatore si realizzano compiutamente, non lasciando margini di dubbio sul rigore di un’esecuzione che aderisce fedelmente a un’ispirazione immaginosa, ma perfettamente controllata nei suoi valori formali.

 

Andrea Dipré

 

AIT ADDI AHMED
Colori di un sapore lontano, fattezze eleganti, radicate profondamente nella cultura dell’Artista che si mescolano con influenze della pittura europea. L’opera di Ait addi ahmed è raffinata, dai colori caldi della sua terra e da figure che sembrano avere fatto un viaggio in un paesaggio della patria dell’artista. Ecco: proporrei questa interpretazione degli individui che popolano le opere di Ait addi Ahmed: turisti europei in viaggio per terre lontane, in un periodo storico ormai molto distante da noi, alla ricerca dei particolari, dei sapori, dei profumi e delle sfumature di una terra ricca di abbagliati tonalità. Non è possibile e credo nemmeno giusto, dimenticare le proprie origini ed escluderle drasticamente, soprattutto nell’atto creativo, quando il nostro Io più profondo viene riversato al di fuori di noi. Il grande merito che ha l’Artista è quello di portare sempre con se i propri ricordi, i propri colori, le immagini del suo mondo e saperle unire al contesto in cui oggi, tuttora vive: la città di Bologna.

Margherita Calzoni
 

  • campo scuro
  • Volti velati " la suora"
  • Interno torre Bologna
  • campo chiaro
  • Corno d'Africa
  • La rivolta

Commenti sulle opere di Ahmed Ait Addi:

Molto bravo: complimenti!


commento di Arcangelo Delfino sull'opera silvia - giovedì 03 marzo 2011 alle ore 19:15

E' davvero molto bello....


commento di Federica Veggiato sull'opera silvia - lunedì 21 marzo 2011 alle ore 21:31

Molto romantico.....e delicato.


commento di Federica Veggiato sull'opera Amore possibile - lunedì 21 marzo 2011 alle ore 21:32

bellissimo.complimenti


commento di Crian sull'opera silvia - giovedì 26 maggio 2011 alle ore 18:02

bellissima


commento di Arcangelo Delfino sull'opera Volti Velati "hijab" - sabato 28 maggio 2011 alle ore 08:17

mi lasci senza parole


commento di Arcangelo Delfino sull'opera Volti velati " la suora" - sabato 28 maggio 2011 alle ore 08:18

molto bello!!


commento di Laura B. sull'opera silvia - mercoledì 31 agosto 2011 alle ore 21:33

Bellissimo...complimenti.


commento di La Forza Del Colore sull'opera Cavallo berbero - giovedì 01 settembre 2011 alle ore 15:57

Grazie mille .


commento di Ahmed Ait Addi sull'opera Cavallo berbero - giovedì 01 settembre 2011 alle ore 16:02

bellissimo!


commento di Roberto Borra sull'opera Corno d'Africa - martedì 06 dicembre 2011 alle ore 07:55

Bello..........con un grande significato !!!

complimenti per le tue opere...ammiro l'originalità del tuo stile e l'abbinamento cromatico dei colori. Veramente belle!
Bellissime le forme, i colori ed i giochi di luce che danno all'opera un fascino particolare, BELLO come tutte le tue OPERE.
COMPLIMENTI
 


commento di Franco Caspani sull'opera Corno d'Africa - lunedì 28 maggio 2012 alle ore 17:04
Banner pubblicitari
Sostengono IoArte
Siti Amici