Alessandra Bonci

Alessandra  Bonci Alessandra Bonci
Fano (PS)

Iscritto dal
11/10/2010
Categoria: Pittori

Opere inserite: 34

Visualizzazioni profilo: 3975

Voti ricevuti: 412 Chi ha votato?


Data di nascita: 10/11/1963
Residenza: Fano - PS
Telefono: 3336477237


Alessandra Bonci

 

nata a Fano nel 1963 si forma nel settore orafo conseguendo il diploma di Maturità d’Arte Applicata nel 1981.  Con il fratello Valerio, apre nel 1991 a Falconara Marittima e nel 1997 a Fano “Bonci Creazioni Orafe”, un laboratorio di progettazione e realizzazione di gioielli dove crea piccole sculture in oro, argento e pietre preziose, una di queste è stata commissionata dal Comune di Maiolati Spontini e donata al direttore d’orchestra Maestro Riccardo Muti. Espone i suoi lavori  a Senigallia e  Morro d’Alba (Rassegna d’Arte Orafa ’95,’96,’97), a Pesaro (Marche producono’95), a Fano (L’oro di Fano’97, Anello Donna 2000), a Cannes (Festival Internazionale del Cinema ‘98).Nel 2000 lascia l’attività commerciale e inizia un percorso personale di ricerca artistica  dedicandosi alla sua passione: la pittura.Con volontà e costanza assume dimestichezza con il colore.Gioia…pensieri…tristezza che a tratti si alternano si fissano nelle tele a volte cupe, altre brillanti.Nel 2009 espone in una mostra personale alla galleria d’arte Art Gallery Santa Teresa a Fano.Sempre nello stesso periodo cresce l’interesse per la Mail Art che la porta in contatto con artisti nazionali e internazionali. Nel 2010 espone in una mostra collettiva a Gradara . Nello stesso anno apre un laboratorio d’arte con annessa galleria per l’esposizione delle proprie opere .       Nel corso degli anni si specializza nella realizzazione di ritratti su commissione che si alternano alla produzione di quadri surreali.

 

CRITICA :

Con la mostra pittorica di Bonci Alessandra dal 27 Novembre 2010 al 09 Dicembre 2010, alla " Art Gallery Santa Teresa", Corso Matteotti 43, Fano, ancora una volta si mettono in evidenza i problemi della società moderna ed i valori della civiltà contemporanea.

Alessandra Bonci è nata a Fano nel 1963 ed ha conseguito il diploma nelle arti figurative nel 1981.Dipinge e contemporaneamente si dedica alla creazione di gioielli e piccole sculture e dal 2000 si occupa esclusivamente di pittura, sua grande passione.Per i successivi dieci anni segue un suo percorso personale di ricerca e creatività artistica.                                                                                                         Creatività artistica che corrisponde ad un processo complesso ed ha come punto di partenza un'idea o un' immagine o un elemento figurativo attraverso cui la pittrice si esprime.                                           Da questo punto in poi l'elaborazione dell'immagine , l'evoluzione ed il suo perfezionamento seguono sempre un percorso mai scontato. Lo scopo conclusivo di tale processo è il raggiungimento qualitativo a livello di tematica, problematica e mezzo espressivo ( con " mezzo espressivo " mi riferisco a elementi come la tecnica, l'interpretazione della stessa, la costruzione dell'immagine, le influenze ecc. ).        L'uso di diversi elementi pittorici, la loro organizzazione nello stesso insieme, l'estensione del loro uso, le tecniche, le influenze, la formazione dell'immagine, tutto fa parte della ricerca di un equilibrio interiore fra tematica e mezzo espressivo.                           L'automatismo nella creazione artistica, così come la creazione puramente schematica possono formare " la materia grezza " dell'artista sul piano delle idee ed elaborazione di mezzi e possono costituire una fase di passaggio verso la maturità di un insieme di opere. Le più volte per produrre una ricca e matura unità di opere, dovrà esistere una maggiore elaborazione ( mediante esperimenti ) delle opere artistiche citate.                                                                       Nell' infinito del suo ambiente la Bonci costruisce con il suo linguaggio l'appagamento nello spazio e nel tempo dell'anima femminile .                                                                                                          Il risultato è surreale, astratto, divino, cioè metafisico. De Chirico dice " la metafisica è la forza del naturale ", Così come appaiono naturali le figure femminili della pittrice, figure avvolte nel mistero di un mondo che non si lascia penetrare. E lo spettatore guarda ammutolito quell'universo così vicino eppure così lontano.Quelle forme di donna curvilinee, vestite di veli sono creature che cercano di resistere per conquistare l' eguaglianza così agognata. Sono donne che ti osservano per trasmettere la loro protesta silenziosa. Esse sono donne di ieri come di oggi sempre alla ricerca di equilibrio nell'immenso azzurro del mare. Nelle opere della Bonci gli occhi sono il mezzo che conduce dal consapevole all'inconsapevole tra equilibrio ed estasi e le sensazioni si intrecciano silenziosamente con gli impulsi dell'anima. La personalità dell'artista traspare ovunque e da ogni dove mette in evidenza il messaggio che percorre ogni sua opera.                                                                                                                Le poche ma profondamente studiate presenze della pittrice sulla scena artistica dimostrano che la grandezza di un opera deriva dalla libertà ed elesticità del movimento nella società così che ogni scelta ha lo scopo di catturare il " momento " e l'aspetto soggettivo diventa aspetto generale della vita .

Critica di Diamantis Zissis

Atene Dicembre 2010

 

CRITICA 

Alessandra Bonci:
tra Oriente e mistero


L’orientale morbidissimo velo, raffinato e sensuale gioco che un vento intrigante avvolge, modellandoli, intorno a giovani corpi di donna, lasciando scoperti soltanto gli occhi, tanto complici quanto grandi, tanto enigmatici quanto seducenti e perturbanti, l’orientale morbidissimo velo è antico d’anni e di storia. Cornice degli occhi, il velo è stimolo per l’immaginazione, fremito del desiderio, lusinga del conoscere, leggerezza del sogno, ludico ammiccamento. L’accostamento con talune delle più belle immagini di Isadora
Duncan, dea scolpita dal vento nell’alida ala di un peplo e colta dall’ obiettivo nella luce infuocata del meriggio sopra una scoglio dell’Egeo, è quanto mai prepotente nella memoria e affascina, per l’apertura a mondi sempre respinti e per i quali il velo è costume, stile di vita, appartenenza, lotta, danza, storia, fede.
La pittura di Alessandra Bonci, una selezione delle cui opere ha recentemente trovato posto presso la Galleria “Santa Teresa”, spazio-mostre che la libreria fanese del Capolibro riserva a talescopo,guarda all’Oriente, ma non si ferma al solo Oriente del velo; l’Oriente è per la pittrice cosa ben più complessa.
La pittura di Alessandra Bonci guarda, e con struggente pathos all’Oriente del mito e all’Oriente della croce, e ricompone in unità, nel segno della cultura e dell’amore, i fili di una storia ricca solo, almeno in apparenza, di odio, di lotte e di sangue.                                                La nostra cultura, la cultura di noi europei, dice con convinzione la pittrice, guarda all’Oriente perché là stanno le nostre radici,
perchè di là vengono la nobiltà e la grandezza di un pensiero che è supporto inevitabile al nostro essere mediterranei.                                     Basta poco all’artista per toccare sintesi mirabili di verità e di storia: la capacità evocativa di un gesto, l’ urgenza d’infinito che sale da un nome, la forza e il mistero che trasudano da un segno o da un simbolo.                                                                                                        Ecco, in Trascorsi, prendono consistenza le vestigia gloriose di un popolo: è l’immagine di un discobolo, anzi del discobolo, perché
il rimando a Mirone è palese a tutti; un felice connubio tra la figura di un atleta dei nostri giorni e la prima forma creata da quell’antico scultore; rivive Olimpia e rivive il mito di una bellezza che è stata insuperato canone nei secoli; la storia si fa libro aperto davanti a noi e trova in quel titolo così mirato, Trascorsi, il bisogno di un ritorno alle origini, che è bisogno di risposte, di appartenenza, di cittadinanza, di identità, che è per noi bisogno, proprio come lo era per l’uomo greco, di rifuggire dal malessere e dalla nostalgia dell’apolide.
Un nome colpisce più di altri, Mykonos, isola vaga di leggenda e di mito, ma accecante per il bianco dei suoi muri, per le sue rosse cupole egee, per il calore di una vita che non conosce soste.
Ma colpiscono soprattutto i messaggi che la pittrice affida a talune sue opere. La valenza simbolica del pesce (ictys), nella fede cristiana, è ben nota. Non mi sarebbe però venuto in mente di farvi riferimento se non mi fossi trovato all’improvviso davanti ad un’opera realizzata con tecnica mista e suggestivamente intitolata Tiberiade: pesci nella rete. Si tratta di una felicissima sintesi, riferibile per contenuto ad almeno due passi evangelici, quello della pesca miracolosa nel lago di Tiberiade e l’altro in cui Cristo, chiamati a sé gli apostoli, promette loro di trasformarli da pescatori di pesci in pescatori di uomini.      Ecco allora che la rete colma di pesciolini non è più trainata da una barca, ma dalla croce stessa di Cristo, che campeggia in alto sul mare e traccia la sua rotta incurante di ostilità e tempeste.                Uno straordinario recupero in grafia dei nostri giorni, di quell’ictys greco le cui lettere valevano, per i primi cristiani, come iniziali dell’invocazione Iesoys cristos theoy yios soter, Gesù Cristo figlio di Dio salvatore. Recupero di quello slancio con cui molti sanno corrispondere all’invito di Cristo e farsi suoi seguaci, pronti a seguirlo senza frapporre resistenza, proprio come quei pesciolini nella rete, graziosamente chiamati da Tertulliano pisciculi Christi.
Con questo dipinto fa il paio un’altra opera, Passione. Ancora una volta il messaggio dell’artista è di una forza incredibile per la straordinaria novità dell’immagine. Due volti di donna occupano la parte superiore della tela: quello di sinistra, di profilo, è tale da farsi subito associare al volto di una Vergine addolorata; quello di destra, velato, ha solo gli occhi scoperti, ma il lungo velo che da esso scende verso il basso, avvolge in un tenero abbraccio il corpo morto di un giovane uomo preso a prestito dal grembo di una pietà michelangiolesca, troppo nota per non essere a tutti riconoscibile. Due madri di opposti versanti, legate però dalla stessa tragedia; un ecumenico pianto come non s’era mai visto prima, un’ecumenica forza che ancora una volta è grandezza di donne e di madri. La vittima, a qualunque versante appartenga, è soltanto sacra, né israeliana né palestinese; essa appartiene al mondo, è universale dolore, tanto devastante quanto irrazionale per tutti.

E’ impensabile che due opere così dense di riverberi teologici, così ricche di messaggi religiosi e di cultura, così tese ad indagare, dalle altitudini super partes dell’arte, le orientali terre del mistero – terre di tutto il mondo e di ogni tempo - e a ricomporne le disastrose fratturazioni da cui sono insanguinate, è davvero impensabile che due opere di tanta significante intensità non abbiano trovato posto, e un posto di rilievo, nella mostra “Cristo oggi”, appena conclusasi, a Fano, nelle sale di Palazzo De Cuppis.

 
Guido Ugolini 

Fano Gennaio 2011

 

 

  • Anima  (dettaglio)
  • ballerina
  • Ritratto
  • La Passione
  • madonna con bambino
  • La guerra dell'anima 2

Commenti sulle opere di Alessandra Bonci:

Ciao, non ho potuto resistere..................anche solo come appassionata d'arte.......Il mio preferito!  Complimenti! Ciao GK


commento di Gotika sull'opera Scorcio d'anima - martedì 12 ottobre 2010 alle ore 21:51

Molto bello...


commento di Miluna sull'opera Scorcio d'anima - venerdì 15 ottobre 2010 alle ore 23:42

Alessandra aspetto il tuo CD,

tanti saluti, Diamantis Zissis


commento di Zissis sull'opera Anima - mercoledì 03 novembre 2010 alle ore 06:17

Io li voterei tutti! Brava, brava... bravissima!!!


commento di Letizi@ sull'opera Scorcio d'anima - giovedì 02 dicembre 2010 alle ore 08:32

 Grazie per i tuoi voti e la tua gradita visita, complimenti per le tue opere e soprattutto complimenti per avere realizzato quel sogno che io ancora non sono riuscito a materializzare: una bottega d'arte tutta tua. Aspetto di vedere i tuoi prossimi lavori, ciao Mario


commento di Mario Sampieri sull'opera Scorcio d'anima - lunedì 06 dicembre 2010 alle ore 09:26

Eccezionale per tecnica e capacità. Continua così

 Auguri Rosanna


commento di Rosanna Carrozzo sull'opera Maschera - giovedì 16 dicembre 2010 alle ore 11:46

 è molto bello e ha un non so che, che mi agita un po. Complimenti


commento di Giannone sull'opera Claustrofobia - venerdì 17 dicembre 2010 alle ore 18:52

 fantastico....!


commento di Roberta Olivo sull'opera Natura morta - sabato 22 gennaio 2011 alle ore 15:32

Grazie X i complimenti  ,devo dire che sei favolistica e molto romantica con ben presente il senso del colore , Complimenti F.Dalla


commento di Dalla sull'opera Natura morta - lunedì 24 gennaio 2011 alle ore 09:56

Molto brava: complimenti !


commento di Arcangelo Delfino sull'opera TRASCORSI - giovedì 03 marzo 2011 alle ore 19:29

Questo lavoro è molto bello: davvero complimenti !


commento di Arcangelo Delfino sull'opera Anima (dettaglio) - giovedì 03 marzo 2011 alle ore 19:31

Quest'opera è davvero bella !


commento di Arcangelo Delfino sull'opera Natura morta - giovedì 03 marzo 2011 alle ore 19:32

Bellissimo lavoro: complimenti !


commento di Arcangelo Delfino sull'opera L'anima di pietra - sabato 12 marzo 2011 alle ore 17:24

bellissimo..brava


commento di Crian sull'opera Anima (dettaglio) - domenica 15 maggio 2011 alle ore 17:19

 semplicemente stupendo! Mi ci rivedo molto in questa opera!


commento di Gijan sull'opera La Passione - martedì 05 luglio 2011 alle ore 19:19

 Tutti belli, bravissima.


commento di Taibi sull'opera Maschera - sabato 09 luglio 2011 alle ore 16:08

Molto bella la foto.(naturalmente sia la pittrice, come la mostra)

Brava.Louis.


commento di Louis Magro sull'opera Opere miste - lunedì 18 luglio 2011 alle ore 18:03

Complimenti, per quest'opera e per tutte le altre, Un saluto Vincenzo.


commento di Il Poeta Dei Colori sull'opera Isabella - mercoledì 07 settembre 2011 alle ore 17:09

bravissima


commento di Pittore Della Strada sull'opera Solo io - lunedì 12 settembre 2011 alle ore 15:54

molto bella complimenti.


commento di Felice sull'opera Ragazza con cappello (ritratto) - venerdì 23 settembre 2011 alle ore 23:26

complimenti per le tue opere...ammiro l'originalità del tuo stile e l'abbinamento cromatico. Veramente belle!
Bellissime le forme, i colori ed i giochi di luce che danno all'opera un fascino particolare, BELLO come tutte le tue OPERE.
COMPLIMENTI
 


commento di Franco Caspani sull'opera Antiche mura - giovedì 15 novembre 2012 alle ore 21:21

lavoro stupendo, prospettiva singolare, ma molto efficace

ben fatto complimenti

gianca

 


commento di Gianca sull'opera Antiche mura - giovedì 15 novembre 2012 alle ore 23:09

il titolo ben rappresenta il soggetto, che sembra essere veramente dolce

complimenti

gianca

 


commento di Gianca sull'opera " Dolce" - giovedì 15 novembre 2012 alle ore 23:12

Complimenti, molto belli i tuoi lavori!!!


commento di Milena Testini sull'opera Natura morta - giovedì 06 dicembre 2012 alle ore 14:46

lavoro stupendo

complimenti

gianca

 


commento di Gianca sull'opera ritratto: ragazza con smeraldo - domenica 23 dicembre 2012 alle ore 23:25

congratulazioni per questo bellissimo lavoro, la modella, inoltre ha uno sguardo veramente magnetico e sensuale, e tu li hai resi benissimo

brava

gianca

 


commento di Gianca sull'opera Anima (dettaglio) - domenica 23 dicembre 2012 alle ore 23:27

un metafisico perfetto

brava

gianca

 


commento di Gianca sull'opera TRASCORSI - domenica 23 dicembre 2012 alle ore 23:31

sei bravissima: questo lavoro è stupendo, cromaticamente perfetto, equilibrato nel gioco di luci ed ombre, colore e profondità. brava

gianca

 


commento di Gianca sull'opera L'anima di pietra - lunedì 24 dicembre 2012 alle ore 00:12

si, è veramente ipnotica, ed ha ocvchi bellissimi

 

gianca

 


commento di Gianca sull'opera YPNOTICA - lunedì 24 dicembre 2012 alle ore 00:15

Bellissima e sensuale....complimenti!


commento di La Forza Del Colore sull'opera Caroline - martedì 08 gennaio 2013 alle ore 18:10

Ottimo lavoro, bravissima!  ;-}


commento di Filippo Schillaci sull'opera Caroline - martedì 08 gennaio 2013 alle ore 22:48

bellissima!


commento di Felice sull'opera marianna - venerdì 11 gennaio 2013 alle ore 12:31

Veramente belle opere complimenti Michele


commento di Michele Montalto sull'opera Isabella - mercoledì 16 gennaio 2013 alle ore 18:21

Complimenti per i tuoi lavori. Molto belli.


commento di Aku sull'opera marianna - domenica 20 gennaio 2013 alle ore 12:35

Complimenti per i tuoi lavori. Molto belli.


commento di Aku sull'opera marianna - domenica 20 gennaio 2013 alle ore 12:36

Questa mi incanta per la qualità e l'attimo che hai fissato. Mette di buon umore! Grazie per voto e preferenze.


commento di Aku sull'opera Caroline - domenica 20 gennaio 2013 alle ore 20:55

Complimenti ALESSANDRA,

una bella immagine donata dallo sguardo dolce

e molto affabile.... giovane e misteriosa.

Johnny TERR


commento di Johnny Terr sull'opera Anima (dettaglio) - lunedì 21 gennaio 2013 alle ore 19:12

belli questi tuoi lavori esposti, però non vedo lavori d'oreficeria...

brava comunque

gianca

 


commento di Gianca sull'opera marianna - sabato 01 giugno 2013 alle ore 13:03
Banner pubblicitari
Sostengono IoArte
Siti Amici