Archi_tect

Archi_tect Casari Tommaso
Verona (VR)

Iscritto dal
16/12/2008
Categoria: Pittori

Opere inserite: 19

Visualizzazioni profilo: 3108

Voti ricevuti: 139 Chi ha votato?


Data di nascita: 27/07/1969
Residenza: Verona - VR

Nato sotto il segno del Leone sono Architetto libero professionista dal 1999.

Dipingo per pura e [ non ] semplice passione emotiva.

Il dipinto rappresenta   un "progetto" di composizione pittorica  che si origina  dalle trame rigorose della geometria  per allungarsi nello spazio meta-fisico.

 

"L'opera d'arte è sempre una confessione"   [ Umberto  Saba]    

  La virtuale realtà: l’opera pittorica di Tommaso Casari

Tommaso Casari è architetto. L’architettura, però, non è il suo lavoro ma il suo mestiere: un’esperienza pratica e praticata che ha nella passione e nella creatività la sua ragione d’essere. La pittura, per l’artista un “progetto di composizione pittorica”, rappresenta l’approdo ad una maturità espressiva lasciata a lungo decantare prima di rivelarsi come necessità artistica e personale.
Figlio d’arte ha assimilato in modo naturale, quasi fosse una seconda lingua madre, la capacità di comunicare con le forme, i colori e gli spazi che, tra citazioni colte alla pittura metafisica o alle geometriche trasparenze cromatiche alla Albers, dimostrano libertà e indubbia originalità.
Il rigoroso impianto delle composizioni, sviluppate per volumi geometrici tesi tra la coerenza e il paradosso, non conduce mai alla stasi o ad un effetto raggelante. Piuttosto è di tranquilla serenità – ambienti adatti alla meditazione o alla quiete – l’atmosfera nella quale l’osservatore è invitato ad entrare per condividere quella rarefatta e temporanea sospensione dalla quotidianità. Anche i corpi umani che di tanto in tanto appaiono – soprattutto femminili, materni o sensuali – pur essendo ridotti a pura geometria non perdono il loro essere in vita, il calore e la morbidezza delle carni. Anzi costituiscono nell’insieme della composizione gli elementi che controbilanciano quella struttura ordinata e fatta di linee non animate. L’armonia tra quell’elemento vitale e lo spazio che lo accoglie rende l’opera di Casari assolutamente in linea con la “virtuale realtà” della nostra contemporaneità.
Contribuisce a questo felice ossimoro l’uso del colore. L’olio, la tecnica prediletta dall’artista, viene frustrato nella sua densità diluendosi fino a trasparenze vicine all’acquerello o alla china: sul piano simbolico è la conferma che ogni cosa – ogni persona – può essere al contempo se stessa e il proprio contrario in un equilibrio dinamico e armonico. Casari motiva così l’impulso estetico e creativo che lo muove: “l'interesse per la spazialità ed il cromatismo e la continua ricerca di una serenità dell'anima muovono le mie mani”.
Mani e anima, forma ed essenza, materiale e immateriale creano la cornice di un universo poetico che si offre come spazio da percorrere, planisfero che raggruppa in un’area condensata la vastità di ciò che potremmo conoscere in potenza e la domestica, familiare, contingenza di ciò che abbiamo già conosciuto: alcuni oggetti, alcuni profili architettonici appartenenti alla vita e all’infanzia dell’autore sono collocati, mai a caso, in prospettive infinite a ricordare l’interdipendenza tra macrocosmo e microcosmo. Pietre miliari che fissano snodi esistenziali di un cammino particolare, ma anche enigmi nella cui risoluzione, forse, si celano verità buone per molti.

Marisa Cortese

                                  

  • tavola_domestica
  • chiaraluna
  • oltre la cornice
  • la dama riposa
  • "cenacolo"
  • "il dado & la dama"

Commenti sulle opere di Archi_tect:

Complimenti! 


commento di Sabrina Di Giacomo sull'opera tavola_domestica - lunedì 22 dicembre 2008 alle ore 18:23

Questo dipinto mette insieme il rigore della linea e ,se mi è consentito, la "spregiudicatezza" del colore. E..... per andare alla citazione  di Abba , è la tua confessione. Chapeau!


commento di Toti sull'opera la città dei bimbi - venerdì 16 gennaio 2009 alle ore 22:47

Questo dipinto mette insieme il rigore della linea e ,se mi è consentito, la "spregiudicatezza" del colore. E..... per andare alla citazione  di Abba , è la tua confessione. Chapeau!


commento di Toti sull'opera la città dei bimbi - venerdì 16 gennaio 2009 alle ore 22:47
Che mondo quì dentro :-) mi piace!
commento di Letizia sull'opera chiaraluna - venerdì 19 giugno 2009 alle ore 15:21
"L'Attesa"...il lungo tunnel dei nove mesi reso l'idea dalle molteplici porte. La scarpa...che sia il segno tangibile della presenza che fu dell'uomo?
commento di Letizia sull'opera "l'attesa" - venerdì 19 giugno 2009 alle ore 15:24

bellissimo!


commento di Marion_s sull'opera corteggiamento armonioso - giovedì 01 marzo 2012 alle ore 01:01

LE SUE OPERE NON SOLO SONO MAGNIFICHE RIUSCENDO A CAPTURARE UNA GENIALITA' E ESPERIENZA ARTISTICA DA PAURA !!! MA HO QUASI DAVANTI SPECIALMENTE IN QUESTA OPERA UNA DELLE GRANDISSIME OPERE DEL GRANDE ARTISTA  RENE' MAGRITTE!!! NON SO IL PERCHè MA SI ASSOMIGLIA MOLTISSIMO!!!

DAVVERO I MIEI COMPLIMENTI PER TUTTE LE SUE MAGNIFICHE OPERE!!! E LE AUGURO DAVVERO UNA BRILLANTE CARRIERA ARTISTICA!!! CON STIMA DANIELE TEDONE


commento di Daniele Il Divo sull'opera corteggiamento armonioso - lunedì 24 settembre 2012 alle ore 12:27

 bel lavoro complimenti ciao


commento di Nicola Emiliano sull'opera labirinto - martedì 15 ottobre 2013 alle ore 11:20

Un ottimo matrimonio architeto-pittorico


commento di Ta sull'opera labirinto - martedì 15 ottobre 2013 alle ore 14:40
Banner pubblicitari
Sostengono IoArte
Siti Amici