Biagio Rovitti

Biagio Rovitti Biagio Rovitti
CASSANO ALLO IONIO (CS)

Iscritto dal
17/11/2016
Categoria: Scrittori, Altro

Opere inserite: 0

Visualizzazioni profilo: 28

Voti ricevuti: 0


Data di nascita: 11/11/1945
Residenza: CASSANO ALLO IONIO - CS
Telefono: 3881099570


 Biagio Rovitti, è nato a Cassano allo Ionio (CS) il 11 Novembre del 1945, è l’ultimo di 7 figli.

Ha vissuto l’infanzia in una grande Azienda Agricola “Torre della Chiesa” in agro di Cassano allo Ionio, ove il papà era fattore.

Il luogo e l’epoca, subito dopo la guerra, era fortemente inquinato da malaria, che colpì mortalmente il papà ancora giovane, appena 54 anni, lasciando pre-maturamente  la famiglia allo sbando.

La madre, tramite un’amica, nobile donna (Sig.ra Drago), riuscì a farlo entrare nella Scuola Apostolica come APOSTOLINO dei Sacerdoti del Sacro Cuore, in Andria prov. di Bari

Qui prima, a Pagliare (Casa S.Maria)  (AP) poi, e a Foligno ancora, per finire a BOLONA, ove compì gli studi sino al liceo.-

Successivamente, da privatista a Bologna, conseguì il diploma di Ragioniere prima, Geometra e Perito Agrotecnico poi ed in ultimo gli studi universitari.

 

Ritornato all’amato suo Paese, si schierò subito ideologicamente a favore del Ceto Medio e dello Stato Sociale, lottando alacremente contro i latifondisti e i nobili che, nel paese, assieme ai poteri forti costituiti d’allora (Farmacisti – Clero – Caserma e la Cassa di Risparmio) imperavano, tenendo sotto scacco tutti gli altri: contadini, Operai, giovani studenti e non,….

Questa sua scelta ideologica prima, e d’azione poi, gli costò molto; infatti, dovette emigrare, riparando a Cosenza ove trovò lavoro, per pochi mesi, presso il grossista della “ GELOSI ”; poi sempre a Cosenza, ebbe modi di incontrare esponenti politici di spicco, divenendo così un punto di riferimento importante tra il suo paese e la provincia.  

Dopo, trovò lavoro presso una grossa impresa Marittima, nel mentre vinse un concorso come Assistente nel Ministero dei LL.PP.

Lavorò a Roma presso detto Ministero, come segretario politico personale dell’allora Ministro MANCINI, poi lavorò presso il Genio Civile di Cosenza: nella Commissione assegnazione alloggi popolari prima, come Assistente governativo sui lavori di Costruzione di una grossa diga poi, e ancora come Assistente Contrario sui lavori di costruzione del Porto di Sibari.

Il primo aprile dell’anno 1972 transitò, ob torto collo, alle dipendenze della Regione Calabria;  Il 16 Aprile del 1975 subì un grave infortunio, mentre era in servizio, successivamente ottenne il passaggio presso l’Assessorato Agricoltura nell’IPA di Cosenza.-

Qui operò nei rilevamenti statistici, partecipando attivamente con il gruppo Regionale d’allora, stesura della prima legge sull’agroturismo in Calabria.

Poi, a causa dell’incidente di cui sopra, venne collocato in pensione, ma ad oggi non gli è stato ancora, dopo 40 anni, riconosciuta la Privilegiata.-

Oggi vive da pensionato e con la magra paga mantiene come meglio può la famiglia (moglie e due figli) -

Nei momenti di scoramento, nel periodo formativo di studente, ma anche e sopra tutto nella vita vissuta, riesce, spesso a trovare lo spazio per isolarsi e  materializzare su carta alcuni suoi sentimenti,  tra cui la poesia con cui partecipò e vinse al  concorso di poesie a Villa d’Este, unico e sola sua partecipazione a concorsi pubblici.-

Banner pubblicitari
Sostengono IoArte
Siti Amici