Crystal

Crystal Anna Maria Fazio
Luino (VA)

Iscritto dal
20/11/2013
Categoria: Pittori, Scrittori

Websites: official website 

Opere inserite: 6

Visualizzazioni profilo: 1113

Voti ricevuti: 18 Chi ha votato?


Data di nascita: 20/11/1965
Residenza: Luino - VA

 

Biografia

 

Anna Maria  nasce il 20 Novembre 1965 in una cittadina dell’Argentario, Orbetello (GR).  Vive la sua infanzia fino all’età di quindici anni in campagna, in un podere tra l'Aurelia e la ferrovia, a poche centinaia di metri dalla riserva del WWF. 

Frequenta le scuole dell’obbligo, poi si trasferisce con la famiglia in Lombardia sul Lago Maggiore.

Studia  inizialmente come impiegata d'azienda, poi, spinta dalla sua passione per il disegno e l'arte anche come stilista e figurinista. A un certo punto della sua vita però deve lasciare gli studi,  e i suoi sogni chiusi in un cassetto,  perché la vita ha deciso così.

Eredita dal nonno paterno l’amore per la pittura. Malato di Parkinson da molti anni, riusciva tra i suoi tremolii a creare stupendi quadri, e questo la ipnotizzava. Lei lo guardava e sognava di poter essere così brava, un giorno. L’amore per l’arte era nel nonno molto forte, quel suo bisogno di emozionarsi disegnando e dipingendo in particolare con pastelli a cera, andava altre la malattia che lo affliggeva ormai da molti anni. Una grande lezione di vita. Un matrimonio, due figli, Anna Maria vive serena la sua vita di moglie e madre, fino a quando una notte, un sogno la sconvolge dentro. Si vede come sospesa a mezz’aria, dentro una bolla, le appare così chiara, l'immagine del suo futuro, una vita felice, forse, ma non completa, un senso di incompiutezza interiore, come un puzzle al quale mancano ancora i tasselli più importanti, quelli della serenità dell'anima e dei suoi sogni. La sua migliore amica morta a soli ventinove anni, suo padre mancato anche lui troppo giovane (perde entrambi a soli quindici giorni l'uno dall'altra) in quel sogno le sorridono, ma le tendono anche la mano.  In  quel momento la consapevolezza di sé, prende il sopravvento.  La vita è un soffio, la la vita è incerta e imprevedibile, ma non per questo meno preziosa, meritevole sempre e comunque d'essere vissuta in pieno, e sopratutto da attore e non da spettatore. Prende così il coraggio a due mani e nel 2006 affida tutti i suoi sogni al destino, a internet. Iniziano così ad uscire quei sogni che aveva chiuso  anni prima in un cassetto. Emozioni astratte e profonde sulla tela, emozioni di una donna che ha ancora tanto da dare alla vita. Comincia così la sua rinascita.  Prima si cimenta nel figurativo, riproducendo opere del passato. Così prepotente però, la sua voglia di esternare le sue emozioni, Anna Maria trova nell’astratto, e più precisamente, il materico informale la sua chiave di volta.  Scopre anche la scrittura, e se ne innamora. Trasferisce quelle emozioni che sente palpitare tra le dita mentre mescola colore e sogni, dalla tela alla carta.  Il suo modo di scrivere così intimo, la porta inizialmente, a  rivolgere il suo messaggio a quella fetta di lettori che amano la scrittura velata di eros, per poi abbracciare altri generi. Allergica alle regole che conformano la maggior parte delle persone, è sempre alla ricerca di uno sbocco, una strada, quella che più potrebbe far respirare la sua vera essenza e quindi il suo messaggio al mondo.  Mai volgare nel suo essere, né presuntuosa nel suo ritenersi "scrittrice", passione per la quale studia, e assorbe. E' in continua evoluzione e desiderosa di migliorare; perché tutti sanno scrivere ma, pochi sanno scrivere bene.

 Prepotente  nella sua determinazione  di donna  in rinascita, è consapevole che “le scale si salgono uno scalino alla volta”, e che nulla vieta di credere che un sogno  possa  avverarsi. Questo le da speranza e forza per superare momenti difficili della sua vita.

 Nel suo intento non  teme di raccontare le verità, quelle scomode, scrive di erotismo, di sentimenti, di violenze e di dolore, di emarginazione. . Il suo messaggio nella scrittura come nella pittura è di ribellione, propenso alla libertà, dei sentimenti e delle azioni. Odia l'ipocrisia che avvolge ormai questo nostro vivere. Dipinge perché su quella tela immacolata può disegnare un mondo diverso, più attento ai veri valori, all'anima delle persone, alla solidarietà verso chi soffre, dove non c'è un prezzo da pagare per ogni cosa, in ogni campo, compreso quello dell'arte.  

 

 

Formazione Artistica:

 

Autodidatta

 

Tecnica: Acrilico, che stende sulla tela con il solo uso delle dita, raramente si avvale di utensili come spatole, piccoli rulli, pennelli.

 

 

 

 

 



 

 

 



 

 



 

 

 

 

  • Lucylle, the power of seduction
  • White pages
  • Rosamund
  • Gocce di Eros
  • Colors of the dark
  • The flower of evil, La vedovanera

Commenti sulle opere di Crystal:

Una esplosione di colore


commento di Intarsiatore sull'opera Colors of the dark - mercoledì 04 dicembre 2013 alle ore 17:17
Banner pubblicitari
Sostengono IoArte
Siti Amici