Drunkenrabbit

Drunkenrabbit Linda Ferrari
Milano (MI)

Iscritto dal
26/09/2012
Categoria: Pittori

Websites: Drunkenrabbit  Hotel delle Memorie  Black(chic)Rabbit

Opere inserite: 7

Visualizzazioni profilo: 1078

Voti ricevuti: 40 Chi ha votato?


Data di nascita: 08/07/1986
Residenza: Milano - MI

Una pittrice ed una performer vaneggiante.
Un'Alice metropolitana che ha deciso di varcare il misterioso buco nel terreno, per finire gettata in una metropoli piena zeppa di architetture effimere, zucchero, graffi, panna, gioie e dolori e cappellai matti. Un mondo in cui trovano spazio eleganti colate di sangue provenienti da cuori di principesse sempre all'ultima moda, conigli e bambine che scherzosamente ed affettuosamente si penetrano con coltelli dalle lunghe punte affilate, il tutto contornato da perle, pizzi, merletti e vertiginosi tacchi alti. Per un Wonderland spietato, che non si lascia sfuggire niente. Ognuno di noi ha un Bianconiglio da seguire, custodito nelle più recondite grotte del subconscio, un punto fisso da non perdere mai. Occhi bendati per non vedere determinate cose, labbra coperte o prive di esse perché non possono dire. Catene che imprigionano sono monili pregiati. Dove la sofferenza è chic.

All'inizio del 2010 ha fondato il collettivo r-EVOLution (anonimartisti.it), e l'anno successivo ha dato alla luce la migliore fra le opere d'arte: suo figlio Marcello.

 

 

An Underground Alice who decided to cross the mysterious hole in the ground,finally thrown into a city chock-full of ephemeral architecture, sugar, scratches, cream, joys and sorrows and mad hatters.
A world with elegant streams of blood from hearts of princesses always trendy, rabbits and girls playfully and
affectionately penetrate eachother with their long knives sharpened, all surrounded by pearls, lace and vertiginous high heels.
For a ruthless Wonderland, which does not miss anything.
Everybody has to follow a white rabbit, kept in deepest caves of the subconscious, a fixed point you never lose.
Blindfolded eyes not to see certain things, lips covered or non-existent because they can not say. Chains that imprison are precious jewelry. Where suffering is chic.

In the beginning of 2010 she founded the collective r-EVOLution (anonimartisti.it) and the year after she do her best artistic work: her son Marcello.

  • "Curriculum Vitae Part II"
  • "Princess Pleasure"
  • Hard Working
  • "La Corsia N°6"
  • "L'anello del Nibelungo, ovvero come volete che lei sia"
  • "Galateo"
Banner pubblicitari
Sostengono IoArte
Siti Amici