Francesco Russo

Francesco Russo Francesco Russo
Trentola Ducenta (CE)

Iscritto dal
27/09/2008
Categoria: Pittori

Websites: My space  Romart  Quick Art

Opere inserite: 31

Visualizzazioni profilo: 5686

Voti ricevuti: 212 Chi ha votato?


Data di nascita: 04/10/1952
Residenza: Trentola Ducenta - CE
Telefono: 081.8145896 - 338.9660298


Biografia

Francesco Russo è nato a Trentola Ducenta, in provincia di Caserta, dove vive e lavora. Si è diplomato all’Istituto Statale d’Arte “F. Palizzi” di Napoli, nella sezione decorazione pittorica. Ha frequentato il Magistero, ne ha conseguito il titolo e al Concorso a cattedra, si è abilitato all’insegnamento di Educazione Artistica e più tardi a quello di Disegno e Storia dell’Arte negli Istituti secondari di II grado, presso i quali è tuttora titolare di cattedra.
Sul finire degli anni ’60 inizia la sua attività artistica e partecipa alle prime collettive. Nel 1974 realizza la prima personale ed espone presso l’Istituto “Maria SS. Preziosa” di Casal di Principe le opere che sono ancora legate ai caratteri della pittura metafisica di De Chirico e a quella surrealista di Dalì e Magritte che sono stati i punti di riferimento nella sua formazione professionale. Gli impegni di lavoro e familiari, lo portano a dipingere saltuariamente e, solo nel 1996, dall’incontro con il critico d’arte Carlo Roberto Sciascia, riprende la sua attività espositiva che da quel momento non conoscerà più sosta, tant’è che a tutt’oggi vanta circa duecento esposizioni sia a livello nazionale che internazionale.
Nello stesso anno entra a far parte del movimento artistico “Ars Supra Partes” nel quale ha modo di confrontarsi con un qualificato gruppo di artisti con i quali intraprende un significativo cammino che ancora oggi continua.
Dal 1997 diviene membro associato e partecipa alle attività artistiche dell’A.I.A.M. (Accademia Internazionale d’Arte Moderna) di Roma, presso la quale nel 1999 è stato insignito del Trofeo Internazionale “Medusa Aurea” XXIII edizione.
È del 1998 la sua prima esposizione all’estero, presso la Galleria Bertrand Kass di Innsbruk (Austria), alla quale seguiranno, con una programmazione sempre più continua e in collaborazione con lo studio d’arte “Il Ponte” di Roma, tante altre che lo vedranno impegnato nelle più grandi città europee e d’oltre oceano.
Nel 1999 è insignito del titolo di Accademico di Merito Belle Arti e Lettere presso l’Accademia Internazionale “Città di Roma” e del Titolo Onorifico di Professore H.C. presso l’Accademia Italiana “Gli Etruschi” di Vada (Livorno). Nello stesso anno entra a far parte dell’U.C.A.I. (Unione Cattolica Artisti Italiani) di Caserta, ne assolve la carica di vice-presidente e ancora oggi ne condivide gli alti valori umani e cristiani, espressi in opere a carattere religioso e sociale, oggetto di tante mostre che ne caratterizzano l’indirizzo.
Una grande mostra antologica, nel 2000, segna una tappa molto importante : il trentennale della sua carriera artistica.
Dal 2004 è vice-presidente dell’Associazione Culturale “Campi Stellati” di Santa Maria la Fossa (Caserta) con annessa galleria, nell’ambito della quale, insieme ad un gruppo di artisti casertani e al critico e storico dell’arte Angelo Calabrese, ha intrapreso un nuovo cammino artistico che prevede, tra l’altro, anche un laboratorio di arte applicata del quale è direttore artistico responsabile.

Mostre personali in Italia

Alba 2003; Atina 2006; Aversa 2003 - 2006;

Bacoli 2001; Borgo Medievale di Casertavecchia 2003; Bressanone 1997;

Campolattaro 1997; Campoli Appennino 1996; Capua 1999; Carinaro 2002; Carpi 2002; Casal di Principe 1974 - 2008; Casaluce 1996; Caserta 1996 - 2001 - 2004; Cuma 2004; Colle di Val D’Elsa 2008;

Frattaminore 2001; Frignano 1998 - 2000;

Gaeta 1998; Gesualdo 1997; Giugliano in Campania 1999;

Latina 2001; Lecce 2008;

Mondragone 2002;

Napoli 2004;

Pozzovetere 1999 - 2002;

Roma 1997 - 2002;

San Leo 2000; S. Nicola la Strada 1996; S. Maria C.V. 1998; S. Maria la Fossa 2005 - 2006; Sant’Arpino 1996; S. Sebastiano al Vesuvio 2002; Sora 2004; Spoleto 2001;

Trentola Ducenta 1997 - 1998 - 2000 - 2006 - 2007;

Urbania 2000; Urbino 1999;

Mostre personali all’Estero

Montecarlo 2003; Mosca 2005;

Parigi 2005;

Mostre collettive in Italia

Alife 2002; Atina 2005 - 2006 - 2007 - 2008; Aversa 1998 - 2000 - 2002 - 2003 - 2005 - 2007 - 2008;

Bari 1999 - 2005 - 2007; Barletta 2001; Bellona 2001; Belvedere di San Leucio 2004; Benevento 2002 - 2004; Biella 2002; Borgo Medievale di Casertavecchia 1999 - 2000 - 2001 - 2002 - 2003 - 2005 - 2008;

Caltanisetta 2003; Cardito 1996; Casal di Principe 2000 - 2008; Casaluce 2000; Caserta 2000 - 2001 - 2002 - 2003 - 2004 - 2006 - 2007; Casola di Caserta 2000; Castel Campagnano 2002; Cesa 2003;

Firenze 1999 - 2003; Foggia 2000; Formia 2006; Frignano 1996; Frosinone 2006;

Lauro 2005; Lido degli Estensi 1997;

Maddaloni 2000 - 2002 - 2003 - 2004 - 2005 - 2006; Marcianise 2003; Milano 1998 - 1999; Modena 2003; Montichiari 2005; Morcone 1996;

Napoli 1997 - 2004 - 2006 - 2007;

Padova 2003 - 2005; Palermo 2004; Palinuro 2002; Pantelleria 2000; Piacenza 1997; Piedimonte Metese 2002; Prato 1997 - 1998 - 1999; Pozzovetere 1999 - 2002 - 2008;

Reggio Calabria 1999 - 2000; Reggio nell’Emilia 1999 - 2005; Rimini 1999;

Roma 1997 - 1998 - 1999 - 2000 - 2001 - 2002 - 2003 - 2004 - 2005 - 2006 - 2008;

San Giorgio a Cremano 2004 - 2005; San Giorgio del Sannio 2004 - 2005; Sanremo 1996 - 1997 - 1998 - 1999 - 2000 - 2001; S. Maria C.V. 2003 - 2007 - 2008; Sant’Anastasia 2007; Sant'Angelo d'Alife 2007; Sassari 1997; Sirmione 1999; Spezzano 2000; Spoleto 1998 - 2000;

Trentola Ducenta 1970 - 1974 - 1998 - 2000 - 2001; Torino 2003; Trento 2008;

Valenza Po 1999; Valmontone 2002; Venezia 2006; Verona 2005 - 2006 - 2007; Vetralla 2005;

Mostre collettive all’Estero

Amsterdam 2004; Atene 2001;

Bahia 2000; Barcellona 1999; Berlino 2002; Bruxelles 2003;

Cracovia 2001;

Dublino 2004;

Ibiza 2002; Innsbruck 1998;

Kalkis 2000;

Laurana 2003; Lisbona 2003; Londra 1999;

Malta 2005; Montecarlo 2002 - 2003 - 2005; Mosca 2005;

New York 2001;

Parigi 2000 - 2002 - 2003 - 2007; Praga 2004;

San Pietroburgo 1999;

Vienna 2001.

Hanno scritto:

Michele Alemanno, A. Altieri, Daniela Aprile, A. Arduino, Francesco Rocco Arena, M. Arena, Roberto Ascolese, Mary Attento, Enzo Battarra, D. Botrugno, Immacolata Brignoli, Gennaro Caiazzo, Angelo Calabrese, Tiziana Campagnoli, Antonio Cantile, Gaetano Capasso, Alfredo Cardone, Mauro Casciano, Teresa Cerisoli, S. Cervone, Nicoletta Ciccarelli, D. Cipullo, C. Coltella, Pasquale Comparone, M. Conte, M.B. Crisci, Donat Cotenna, Salvatore Dama, Luigi de Angelis, Nicola De Chiara, Loreto dello Vicario, D. De Lues, Claudio Del Villano, Carlo Desgro, G. Di Ludovico, P. Esposito, Enzo Fabiani, Giorgio Falossi, L. Fani, Livia Fattore, M. Ferloni, F. Ferraiuolo, Rosa Ferrara, G. Galena, G. Giannantonio, Michele A. Gioia, Carlo Inzerillo, Elpidio Iorio, Enzo Iorio, Bruno Lettieri (Brulè), M. Lombardi, Lidia Luberto, Susy Marenna, Rosalba Marotta, M. Masiello, Alberto Meglio, Teresa Meo, M. Mingione, Salvatore Montanaro, Ferdinando Mosconi, R. Mugione, Franco Musto, Francesca Nardi, Elpidio Natale, Pasquale Paciello, G. Pacilio, Tina Palomba, Nicola Passariello, Mario Pedata, M. Pellegrini, Bonaventura Perrone, Angelo Pezone, P. Pirone, Salvatore Pizzo, Angela Porfidia, Roberta Rapelli, Ernesto Rascato, Michele Rosa, Mario Saccoccia, Carlo Sagliano, Giuseppe Santabarbara, A. Santoro, Luciano Santoro, Gennaro Sarnataro, M. Schioppa, Carlo Roberto Sciascia, Casimiro dell’Arco Talarico, Franco Tontoli, G. Tridente, Amalia Varone, Maurizio Vitiello, R. Volpecina, Silvio Zincone, Dino Marasà, Enzo Maselli.

Ne hanno parlato:

Arte, Artecultura, Arte e Fede, Art Leader, Il Notiziario dell’A.I.A.M., Miscellanea, OggiFuturo, Qui Touring, Sanremo Arte 2000, Senza Titolo, Tavolozza News, Val Arte: Bollettino Ufficiale della Borsa Valori delle opere d’Arte, V.O.G.U.T. 5, Abbì - Abbè, Alto Adige, Avvenire, BPEMЯ CЛб, Caserta Nuova, Ciociaria Oggi, Corriere Adriatico, Dolomiten, Free time magazine, Ha HEBCKOM Лeтepбypr, Il Caffè, Il Corriere di Caserta, Il Giornale di Caserta, Il Giornale di Napoli, Il Globo, Il Mattino, Il Mattino dell’Alto Adige, Il Messaggero, Il Messaggero del Sud, Il Punto, Il Quotidiano di Foggia, Il Resto del Carlino, Il Risveglio, I Popolari, La Provincia, La Repubblica, Latina Oggi, Le Due Sicilie, Leggo Roma, Le Province, Libero, Lo Spettro Magazine, Lo Spettro quotidiano, L’Osservatore Romano, Nero su Bianco, Notizie, Nuova Gazzetta di Caserta, Nuovo Giornale, Otto Pagine, Roma, Roma c’è, Vita dell’Alleanza,Voce, Le Province, La Stampa, Gazzetta D’Alba, Il Corriere di Alba.

RAIUNO, RAITRE Campania, RAITRE Emilia Romagna, RAITRE Lazio; RAITRE Marche, Canale 5, Tele Luna, Tele Alternativa, TVA 64, Tele 2000 Urbino, Telecapri News, SKY.
 

  • L'offerta per il riscatto
  • Onde clandestine
  • Eppur... soli
  • Ricordando... verso sera
  • (Un seme) Fiorisca e fruttifichi (dittico)
  • La vita

Commenti sulle opere di Francesco Russo:

 BRAVISSIMO molto belle le tue opere, veramente, me piacciono tantissimo tutte, particolarmente questa
commento di VALDIVIA sull'opera (Un seme) Fiorisca e fruttifichi (dittico) - lunedý 29 settembre 2008 alle ore 11:13
 Stupenda anche questa, complimenti
commento di VALDIVIA sull'opera Venirne fuori (trittico) - lunedý 29 settembre 2008 alle ore 11:14

Una bellissima opera che nasconde e trasmette un messaggio profondo: tutto può e deve ricominciare; nemmeno uno scacco matto può evitarlo.
Complimenti.


commento di Maryrose sull'opera E poi... la nuova aurora - lunedý 29 settembre 2008 alle ore 12:59
wa professò ..e ki se lo aspettava?! ma non è ke vi dobbiamo chiamare VanGogh?? 
commento di felice 2A sull'opera Possedere con plastica trasparente - venerdý 03 ottobre 2008 alle ore 11:05
wa prof. che bello...
mi piace molto l'effetto cedo-non vedo creato con le sfumature che vanno dall'ocra al marroncino

commento di umberto2A sull'opera La maschera e il tempo (polittico) - giovedý 09 ottobre 2008 alle ore 19:07
Davvero bello e ricco di significati.
Un abbraccio,prof.!
commento di Mariarosaria4A sull'opera Ad di lÓ della porta... il mondo - venerdý 10 ottobre 2008 alle ore 14:13
Questa è indubbiamente l'opera che mi ha colpito di più...mi dà questo senso di infinito...questo infinito ricco di pianeti, stelle...tutte cose originate da questo seme che domina l'opera..(naturalmente questa è la mia interpretazione dell'opera...poi posso anche sbagliarmi)...poi questa tecnica di usare strisce di colore piu chiaro per coprire alcune parti...è molto bella...inoltre mi ha colpito molto anche l'opera della mela e della piuma...e in particolare anche quella della sedia...questa sedia ricoperta da questa plastica è illuminata da questa luce che proviene da davanti..quasi come se si fosse aperta una porta..è molto siginificativo...a me mi da un senso di solitudine...ma naturalemte il significato cambia da persona a persona anche in corrispondenza agli stati d'animi...(o almeno penso)Vabbe cmq mi volevo congratulare con lei professore...Un bacio Giada 4a
commento di Giada sull'opera Dovunque un seme (dittico) - venerdý 10 ottobre 2008 alle ore 14:49

Questa è tra tutte le sue opere la piu bella a mio parere....questa è la prima volta che ho la fortuna di vedere le sue opere ed ho tratto un conclusione....oltre ad insegnare benissimo e anche un grande artista.....un bacione dal suo alunno di 4A....


commento di Domenico Narciso sull'opera Essere nell'infinito - venerdý 10 ottobre 2008 alle ore 15:59
Quest'opera è a dir poco fantastica!.. Riesce a trasportarti in un mondo nuovo.. che sta appena nascendo.. come finisce la partita a scacchi e dopo ne ricomincia un altra.. così finisce una giornata per poi vederne sorgere un altra.. non importa se hai perso questa partita.. l'importante è guardare avanti.. e stringere i denti per vincere la prossima.. Prof. Lei è un grande!! Complimenti.. in bocca al lupo (anche se non ne ha bisogno)! Le Sue Opere Sono Anche Nel Mio Live spaces! Arrivederci.. 
                                                                            Varriale Ciro
commento di Ciro4A sull'opera E poi... la nuova aurora - venerdý 10 ottobre 2008 alle ore 16:40
stupendo..colpisce la voglia di rinascita dell uomo..affaticato dagli ostacoli ma sostenuto dalla forza di volonta continua a combattere  per abbattere i muri per riemergere e rinascere..per rialzarsi in piedi dopo essere caduto, e restarci..complimenti!!
commento di pasquale sull'opera Venirne fuori (trittico) - venerdý 10 ottobre 2008 alle ore 20:57
Oltre ad una grande fantasia, vige una grande profondità oltre che dell'opera anche dell'artista...Prima o poi tutti dobbiamo aprire la porta della"VITA",e o con malinconia o con paura o con speranza va vissuta e al meglio,le luci danno un effetto straordinario;molto bella! Le faccio i miei più sentiti complimenti siete davvero un artista baci
commento di Ilia 4A sull'opera Ad di lÓ della porta... il mondo - sabato 11 ottobre 2008 alle ore 14:25
Anche quest'opera è davvero bella,semplice ma molto sognificativa, già dal suo nome si evidenzia il tema Eppur soli...infatti in un mondo così pieno regna sempre quel senso di solitudine, di malinconia che ti porta ad estraniarti dal resto, perchè quel resto del mondo non rispecchia te e il tuo colore...Avrei ancora molto da dire a riguardo più la osservo e più mi colpisce...cmq ancora complimenti baci
commento di Ilia 4A sull'opera Eppur... soli - martedý 14 ottobre 2008 alle ore 14:09
Un profondo significato e una grande bellezza emergono da quest'opera,eh si tutti dobbiamo aprire quella porta,uscire, e anche con una semplice valigia si può...un tema universale ...Tanti complimenti anche per le altre
commento di Toma 3A sull'opera Ad di lÓ della porta... il mondo - martedý 14 ottobre 2008 alle ore 14:14
Professore complimenti, abbiamo guardato tutti i vostri quadri e c'è da dire che sono tutti senza ombra di dubbio stupendi. Soprattutto questo "la porta della storia" ci ha colpito molto perchè davvero sembra l'ingresso al ricordo del passato.
commento di A. Esposito e V.Romano 2B sull'opera La porta della storia - martedý 14 ottobre 2008 alle ore 14:57
Wow...sono sbalordita, sono opere stupende!! Sembrano foto...complimenti!! sono fiera di averla come professore!!Bravooo!!
un bacione ***Cristina 2A***

commento di *Cristina Riccio 2A* sull'opera Possedere con plastica trasparente - martedý 14 ottobre 2008 alle ore 19:26
Wow...quest'opera mette tantissima tristezza!! però è davvero bella, siete riuscito ad esprimere tantissime cose con questo quadro!! Bravo,bravo,bravo!!
dalla vostra piccola fan
***Cristina Riccio 2A***

commento di ***Cristina Riccio 2A*** sull'opera Valori immutabili nel tempo presente - martedý 14 ottobre 2008 alle ore 19:30
"La fuga"...stupenda...ma come si fa a non commentare le sue opere??Riescono a catturare l'attenzione di chi le guarda, io resto incantata, perchè cerco di cogliere tutti i particolari e ne resto affascinata!! Vorrei saper disegnare anche io così bene...prof lei è un vero artista!!COMPLIMENTI.
un abbraccio dalla vostra piccola fan
***Cristina Riccio 2A***

commento di ***Cristina Riccio 2A*** sull'opera La fuga - martedý 14 ottobre 2008 alle ore 19:39
Come le ho già detto oggi,quest'opera è una di quelle che mi ha colpito di più.
"Venirne fuori"
Già il titolo è tutto un programma..venirne fuori da un pericolo..l'annegamento sinonimo di pericolo...oppure di un brutto periodo..e forse,venirne fuori sta a significare..aver scampato il pericolo..passo,passo.
Io do questa interpretazione,come le ho già detto,magari non sarà come la sua,ma i suoi quadri sono ricchi di sentimento e di emozioni.
Complimenti,prof.
Un bacio
commento di Mariarosaria4A sull'opera Venirne fuori (trittico) - martedý 14 ottobre 2008 alle ore 20:18
Un altro quadro bellissimo.
Eh si,la vita è una corsa..c'è sempre un inizio ed una fine,c'è chi va più lento,c'è chi si ferma e che chi corre,veloce.
Ancora tantissimi complimenti.
Baci
commento di Mariarosaria4A sull'opera La vita - martedý 14 ottobre 2008 alle ore 20:34
buona sera professore...ho trovato il "coraggio" per una volta di commentare una sua opera...dico "coraggio" perchè non mi risulta facile dire a parole quello che la sua arte sembra saper così facilmente esprimere...forse è solo la consapevolezza di non essere all'altezza di giudicare, è per questo che mi limito a dirle che, soprattuto quest'opera, m lascia senza fiato proprio come suo figlio nell' uscire dall'acqua...complimenti prof.
commento di **Antonio Rega IVa** sull'opera Venirne fuori (trittico) - martedý 14 ottobre 2008 alle ore 21:03
complimenti prof avete arrevotato.. i vostri quadri sn tt stupendi.. ma qst è qll ke ci ha colpite di +.. ankora complimenti.. un bacio affettuoso Rosy & Anto 2B
commento di Rosy & Anto 2B sull'opera E poi... la nuova aurora - martedý 14 ottobre 2008 alle ore 21:40
Salve prof, come vedete anche noi siamo passate per commentare una delle sue tante opere ... questa in modo particolare ha attirato la nostra attenzione ... "Non c ' è più posto" .... non ci sono parole per descrivere quest ' opera perchè basti solo guardare e capire il significato profondo che racchiude in se l opera .... è così reale da sembrare una fotografia proprio perchè curata nei minimi particolari .... ancora complimenti
Baci .... Vale e Giovy IV A

commento di Vale e Giovi IV A sull'opera Non c'Ŕ pi¨ posto - martedý 14 ottobre 2008 alle ore 22:18

Prof..Questo è uno dei vostri quadri che mi ha fatta rimanere veramente senza fiato!!!Per quel poco che riesco a capire dell'arte,secondo me,è un quadro che esprime un grande significato...E' curato in ogni minima parte...Anche se a colui che l'osserva suscita un pò di malinconia...Beh...Che dirvi...Complimentissimi! I vostri quadri sono davvero stupendi!!! A.Marseglia 2B


commento di A.Marseglia 2B sull'opera Mareggiata - mercoledý 15 ottobre 2008 alle ore 14:52
LE FACCIO I PIù SICERI COPLIENTI è DAVVERO UN ONORE AVERE UN INSEGNANTE COME LEI....QUESTO QUADRO MI HA COLPITO PER LA PROFONDITà DEL PAESAGGIO CHIUSO DA UNA CORDA E PRONTO AD ARRIVARE A TUTTI COLORO CHE NE HANNO BISOGNO...PROFESSò è UN BIG.......
commento di PIETRO CESARO sull'opera Ricordando... verso sera - mercoledý 15 ottobre 2008 alle ore 17:12

è una perfetta interpretazione del concetto di vita : una corsa.L'importante non è vincere, è cercare di non uscirne sconfitti,cercare di raggiungere i propri obiettivi per dare un senso alla nostra esistenza..


commento di esposito sharon sull'opera La vita - mercoledý 15 ottobre 2008 alle ore 18:12
Ogni cosa è soggetta al tempo,ma esistono dei valori immutabili come quello della famiglia,anche se negli ultimi tempi il significato si è sbiadito,è un valore che dobbiamo conservare,proteggere e cercare di comprendere a fondo per un futuro migliore..
commento di esposito sharon sull'opera Valori immutabili nel tempo presente - mercoledý 15 ottobre 2008 alle ore 18:17
nn credo di poter affermare che questa sia l'opera che preferisco, poichè tutte le altre mi coinvolgono e esprimono un gran significato! L'idea di un fiore dai colori diversi, tra tanti altri, credo che possa esprimere un tocco di solitudine... come quando capita di trovarsi tra migliaia di persone ma allo stesso tempo sentirsi soli! Credo che lei oltre ad essere un bravissimo insegnante e un grande artista per me è una bellissima persona e solo come tale attraverso tanta arte si può esprimere altrettante emozioni!
commento di elena totaro sull'opera Eppur... soli - mercoledý 15 ottobre 2008 alle ore 19:11

Opera che compendia sia una ragguardevole perizia tecnica che una profonda conoscenza della psiche.
La scelta dei colori,l'accurata attenzione per le proporzioni e la vitalità del soggetto nel suo dinamismo,fanno di quest'opera una valida rappresentazione della realtà contemporanea.

...Armando Arcieri...


commento di Armando Arcieri sull'opera Le acque si raccolsero e apparve l'asciutto - mercoledý 15 ottobre 2008 alle ore 21:22
Prof.russo li faccio i miei più sinceri complimenti..queste opere sono una più stupenda dell altra..e una più significativa dell'altra..quest opera mi ha maggiormente attratta xkè la vita è qualcosa ke bisogna vivere giorno x giorno..rincorrere i nostri sogni..e cercare di realizzarli..come lei ha fatto con i suoi..fino ad arrivare a diventare un pittore bravissimo!!la stimo molto..                             distinti saluti da pasqualina ihih
commento di antonella pasquale sull'opera La vita - mercoledý 15 ottobre 2008 alle ore 22:06
Opera dalla straordinaria. Grande sensibilità e grande tecnica.
commento di carima sull'opera E poi... la nuova aurora - mercoledý 15 ottobre 2008 alle ore 22:55
E' la vittoria su tutte le difficoltà della vita. Importante è venirne fuori. Complimenti.
commento di Ciccio sull'opera Venirne fuori (trittico) - mercoledý 15 ottobre 2008 alle ore 22:58

salve prof..la vostra opera "nessun posto" ci ha colpito in particolar modo..appunto perchè nella società d'oggi è molto difficle emergere e trovare un ruolo importante  .. la vostra opera ci ha coplito soprattutto per i dettagli da voi messi in risalto .. ancora complimenti .. e tanta fortuna .. grazie delle vostre interessanti lezioni


commento di peppe e luigi 3A sull'opera Non c'Ŕ pi¨ posto - giovedý 16 ottobre 2008 alle ore 17:40
 Che cosa c'è dietro quella porta? Che cosa si nasconde oltre il mistero? Il mondo forse, la realtà? Mi trovo di fronte ad un quadro enigmatico, e mi colpisce soprattutto l'atmosfera, onirica, surreale, con questo gioco di figure speculari... e la porta. Il nodo focale di tutta l'opera.  Forse essa rappresenta il confine, il limite oltre al quale l'uomo non può andare, l'orizzonte del suo pensiero. La porta è quando qualcuno cerca di uccidere i tuoi sogni, quando le critiche, i commenti cattivi e la crudeltà della gente vogliono spegnere il fuoco dell'immaginazione, quando vogliono farti credere che non puoi abbastanza, che non sei abbastanza. E tu allora sei in quella stanza, e non puoi uscire perchè magari non hai la chiave. O forse sì? Per aprire quella porta devi recuperare la capacità di sognare... Dopotutto la valigia rappresenta la speranza, quella forza straordinaria che dimora, talvolta, in ognuno di noi e ci ridona la vita.  
commento di Michele Lioncino 3b sull'opera Ad di lÓ della porta... il mondo - giovedý 16 ottobre 2008 alle ore 17:47
beeeel prfsòòòòò
commento di giuseppe di maio sull'opera Venirne fuori (trittico) - giovedý 16 ottobre 2008 alle ore 18:14
salve caro prof,ora vi mostrerò la mia impressione: penso che il quadro rispecchi quasi tutte le personalità,ovvero quella di non uscire allo scoperto e  tenere dentro i propri sentimenti ,le proprie abitudini.....il quadro trasmette proprio la cosidetta rinascita dell'uomo,il quale si libera da tutte quelle paure che lo avevano rinchiuso in un "carcere" senza fine!!!!



commento di Martina D'Auria 5░b sull'opera Venirne fuori (trittico) - giovedý 16 ottobre 2008 alle ore 18:25
Penso che il quadro rappresenti ciò che è stato di noi...la nostra proiezione nel passato e rivivere tutti quei momenti che ricostruiscono  la nostra storia,per poi ritornare nel presente e oziare dei nostri ricordi rimasti vivi nella mente!!!!

commento di Martina D'Auria 5░b sull'opera La porta della storia - giovedý 16 ottobre 2008 alle ore 18:32
Avevo gia visto l'opera, l'ho pure commentata... ma non ho potuto farne a meno... l'ho dovuta rivedere: è splendida. Grazie maestro!
commento di Maryrose sull'opera E poi... la nuova aurora - giovedý 16 ottobre 2008 alle ore 19:11
Davvero intrigante: e uno che sta partendo o uno che è appena arrivato? Che dubbio atroce!
commento di Michele sull'opera Ad di lÓ della porta... il mondo - giovedý 16 ottobre 2008 alle ore 19:16
Caro professore complimenti per la tecnica e la bellezza di tutti i suoi quadri. Questo è quello che mi ha trasmesso più emozioni. Al di là della porta il mondo.... Vincenzo caragallo
commento di Vincenzo Caragallo sull'opera Ad di lÓ della porta... il mondo - giovedý 16 ottobre 2008 alle ore 20:45
complimenti per quest'opera,è stata sicuramente quella che mi ha colpito maggiormente,e sinceramente non so nemmeno il motivo,ma vedendo tutte le opere,al primo impatto mi ha colpito questo! complimenti!
commento di Roberto Tartarone 2B sull'opera Non c'Ŕ pi¨ posto - giovedý 16 ottobre 2008 alle ore 21:31
Salve professore,

sinceramente tutte queste opere d'arte che ho osservato si possono definire tali per la loro bellezza. Tra tutte sicuramente "La porta della storia" è quella che mi ha colpito di più. L'uomo in generale ha sempre studiato il passato e sappiamo bene che il presente non è altro che la conseguenza delle vicende passate. Dietro quella porta immagino la mia infanzia e tutte quelle circostanze che rimembro ancora nella mia mente. Userò anche qui un paragone che mi piace molto: la vita è come un treno che passa di stazione in stazione e non sa quando dovrà fermarsi; quella porta può simboleggiare ho il punto di partenza del viaggio o semplicemente una delle tante stazioni del mondo... l'importante è fermarsi il più tardi possibile.
Cordiali saluti professore.
Nappo Sergio 3°A
commento di Nappo Sergio sull'opera La porta della storia - giovedý 16 ottobre 2008 alle ore 21:47
prof. siete proprio grande complimenti sopratutto per questa opera(essere nell infinito) anche se sono tutte bellissime
commento di Di Cristofaro Giovanni sull'opera Essere nell'infinito - giovedý 16 ottobre 2008 alle ore 22:18

Quest'anno a scuola abbiamo iniziato sia in italiano che in filosofia il tema dell'infinito,dell'assoluto e sarà perchè amo la filosofia e soprattutto gli argomenti che stiamo trattando ma quest'opera mi ha colpito in particolar modo!La cosa che piu ha reso l'idea dell'infinito non è tanto il paesaggio ritratto ma soprattutto l'aspirale ke è come se in qualche modo ti spingesse e ti trasportasse nel quadro come se avesse la capacità di trasportarti anche solo guardando il quadro verso la natura,verso la pace dei sensi!Come dice Shelling,filosofo idelalista,l'infinito può essere raggiunto solo attraverso l'arte e il suo incoscio ovvero l'ispirazione ma in questo caso è da riconoscere la genialità e la capacità dell'artista!Complimenti Prof!


commento di AriannaLiccardo V a sull'opera Essere nell'infinito - venerdý 17 ottobre 2008 alle ore 14:44

SCACCO MATTO prof!Quest'opera è una delle sue migliori creazioni e nasconde un significato davvero profondo!Infondo la vita kos'è?Una partita da giocare con tutte le capacità,con tattica,eleganza,grinta e carisma!Superare gli ostacoli è una delle caratteristiche principali che rende la vita cosi' straordinaria!Andare avanti stringere i denti tener duro "E POI ...LA NUOVA AURORA"il sole, la luce...che ci permette di guardare avanti di uscire da momenti di buio profondo!L'importante è trovare la forza, è vincere le proprie paure e combattere!Tutti prima o poi avremo la nostra AURORA raggiungeremo la nostra felicità l'importante è non arrendersi mai e accendere in noi sempre un briciolo di speranza!


commento di AriannaLiccardo Va sull'opera E poi... la nuova aurora - venerdý 17 ottobre 2008 alle ore 14:59
chi nn è mai fuggito nella sua vita scagli la prima pietra!...Ogniuno di noi fugge da qlkosa ,dalle proprie paure,dai propri sentimenti,dai propri sbagli e spesso e volentiri da se stessi! Qst quadro mi ha colpito particolarmente perche nonostante la mia giovanissima età in famiglia ho avuto spesso problemi e sono sempre scappata ma nn li ho mai affrontati solo ora o almeno solo da poco ho avuto il coraggio di guardare in faccia la raelta e di farmi forza!Complimenti prof
commento di Arianna V a sull'opera La fuga - venerdý 17 ottobre 2008 alle ore 15:06

E', fu, sarà . un luogo comune,  una frase già sentita ma inconfutabilmente certa come il giorno e la notte.il paesaggio rappresentato nel quadro mi suscita una sensazione che m'induce a riflettere sui valori che mi sono stati trasmessi e che vorrei trasmettere.

i miei complimenti possono sembrare superflui ma al di là di tutto all'occhio profano ciò che  vedo è sicuramente una bella opera d'arte che esprime sensazioni come ammirazione, piacere e gioia di osservare ciò che è bello.

**federica ferraro** 

 

 


commento di federica ferraro 3A sull'opera Valori immutabili nel tempo presente - venerdý 17 ottobre 2008 alle ore 16:05
prsòò sit nu grand
commento di peppe e luigi 3A sull'opera Armonie - venerdý 17 ottobre 2008 alle ore 17:23
Possedere plastica trasparente è come possedere il mondo per qualcuno...La mano stringe la plastica con molta forza per paura che il suo possesso possa finire da un momento all'altro...La luce accentua i colori e i movimenti dati dalla stessa forza con cui l'uomo afferra il suo piccolo finto mondo, catturato in quella bolla che lui stesso riesce a creare, fantastica!! inoltre si riesce ad immaginare l'aria che la  mano Possiede all'interno della plastica....Complimenti!!!
commento di Ilia 4A sull'opera Possedere con plastica trasparente - venerdý 17 ottobre 2008 alle ore 17:48
Un vortice avvolgente mi"spinge", mi attrae e mi fa penetrare in un paesaggio sublime. Bravo.
commento di Mario sull'opera Essere nell'infinito - venerdý 17 ottobre 2008 alle ore 18:56
Complimenti, maestro un'opera emozionante, per stesura tecnica e significati.
commento di Enzo sull'opera Essere nell'infinito - venerdý 17 ottobre 2008 alle ore 18:57
....sono sempre stat curiosa di vedere le sue opere....peccato però che nn sono mai risucita a venire ad una delle sue mostre...quando sfogliai per la prima volta il suo catalogo,questa è stato uno dei quadri che mi incuriosì di più....volevo capire cosa significasse,un pò ci riuscii...poi lei mi spiegò tutto....che significato profondo!.....dopo una''battaglia'' nella sua vita,un periodo in cui ha sofferto tantissimo,poi è arrivata la nuova aurora....complimenti prof! che bello rappresentare per poi rivivere un momento che ha segnato la propria vita,le varie emozioni e poi arrivare alla nuova aurora.....le auguro una lunga e ricca carriera....giovy 5 A!!
commento di GIOVYX 5 A sull'opera E poi... la nuova aurora - venerdý 17 ottobre 2008 alle ore 22:05
...molto bello anche quest altro suo quadro....la vita...una corsa....chi corre,chi imporvvisamente è stanco e cammina o  s ferma....chi rallenta...ma in un modo o nell altro percorrere la strada della vita e arrivare alla fine....prof complimenti!giovy 5 A
commento di GIOVYX 5 A sull'opera La vita - venerdý 17 ottobre 2008 alle ore 22:19
questo è il qudro ke mi ha kolpito di più rispetto agli altri.è vero ke nn ci sn vari tipi di kolori e nn è tanto fantasioso...ma signifika tanto rappresenta la nascita di vostro figlio da quando era piccolo fino ad adesso ,credo,e man mano ke kolui kresce risce ad emergere fuori dall'acqua...sn senza parole...komplimenti di cuore...alla prossima
commento di melania pirozzi 2b sull'opera Venirne fuori (trittico) - venerdý 17 ottobre 2008 alle ore 23:34
Mi congratulo con te... con quest'opera hai suscitato in me sentimenti nascosti: voglio correre anch'io e vivere la mia vita, insieme agli altri. Grazie!
commento di Sandro sull'opera La vita - sabato 18 ottobre 2008 alle ore 13:38
Vivere la vita è come giocare una lunga, difficile partita a scacchi. Non sai se vincerai, oppure se, magari otterrai solo l'ennesimo fallimento. Perchè l'importante non è vincere o perdere: quello che conta davvero è giocarla questa partita, viverla intensamente, con passione. Poi uno scacco matto: chissà se ricevuto o meno, ormai la partita è finita. Il gioco è fatto, ma questo non conta. Anche nei momenti difficili, quando ti sembra di non poter più scorgere un barlume di speranza, c'è sempre qualcosa a cui aggrapparsi, anzi proprio quando tutto è perduto trovi la strada giusta. Sono le esperienze che ti cambiano la vita, quelle che ti plasmano e ti donano di più. E se invece avessi vinto? Allora non volare troppo alto, lo so, di fronte allo spettacolo meraviglioso dell'aurora non puoi fare a meno di sognere, di volare, perchè la tua anima vuole, desidera andare oltre. Anzi no, sai che ti dico: se proprio ci tieni, non porre limiti ai tuoi sogni. E' questa la vera AURORA...



commento di D.DeCicco e M.Lioncino 3B sull'opera E poi... la nuova aurora - sabato 18 ottobre 2008 alle ore 16:31
 Quattro opere in una...Un significato molto profondo, che viene a galla solo osservando attentamente quest'opera, i particolari dell'arte fiamminga accentuano il valore e la bellezza...La vita è una corsa, la vita è una sfida, la vita è la ricerca ad un' equilibrio stabile, ma com'è rappresentato perfettamente dalle sedie e dalle carte la vita è un gioco, ma il più delle volte si perde, si cade,c'è quel disordine,quell'istabilità che predominano fin dal principio e che continueranno a farlo...Complimenti in queste opere ci sono dei significati che vanno interpretati, e in un certo senso vissuti ...ancora Complimenti!!!
commento di Ilia 4A sull'opera Avita, remota instabilitÓ - sabato 18 ottobre 2008 alle ore 16:42
Bellissime opere professore! Mi avete lasciato davvero sconvolto :) ...
Tutti i quadri, aldilà dei colori, celano un messaggio profondo ed importante. Ho voluto commentare proprio quest'opera perchè sicuramente è stata quella che mi ha stupito di più: è proprio vero che il ricordo, che si instaura nella mente per gli oggetti e per le persone a noi care, è eterno. E non sarebbe insolito se immaginassimo queste ultime ancora tra noi oltre il loro tempo concesso. Che sia eterno perchè con loro vanno via parte di noi o perchè nutrevamo un forte amore lo lasciamo al mistero della vita xD
Professore insegnateci comunque a dipingere!!!!!!!!!!

In bocca al lupo per il concorso!
                                                            Salvatore Graziuso 3°A


commento di Salvatore sull'opera Cose che furono, che sono e che saranno - sabato 18 ottobre 2008 alle ore 17:02
La vita una contunua corsa per raggiungere qualcosa...ma cos'è questo "qualcosa"???
Ogni uomo lungo il percorso della vita corre per raggiungere uno scopo,realizzare un sogno,ma una volta ottenuto ciò per cui abbiamo tanto corso e ci siamo affaticati..perchè non ci fermiamo??
?Forse per pauora voltarci indietro... forse per fuggire dalla realtà o dalla stessa vita...
come direbbe totò <<Non mi fermo ne al primo,nè al secondo,nè al terzo ostacolo,perchè...come dice quell'antico detto della provincia  di chiavari? "Chi si fema è perduto">>( Dal film chi si ferma è perduto)Perchè se ci fermiamo ci sentiamo persi???Perchè la vita è dura difficile da affrontare e se nn abbiamo uno scopo,un meta sempre più grande da raggungere non avremmo un motivo valido per VIVERLA...




commento di Raffaela Di Martino 5░A sull'opera La vita - sabato 18 ottobre 2008 alle ore 17:34
Salve professore,
riguardando tutte le sue opere mi sono soffermato su quest'altro quadro, che potrebbe apparire come primo impatto solo una rappresentazione grafica che si limita a descrivere la quiete dopo una mareggiata. Personalmente intravedo in essa un significato intrinseco che va aldilà dell'esteriorità apparente. Per prima cosa mi conceda di dire che quest'opera si snoda in vari livelli: mi sembra di immaginare il rumore del mare accompagnato dal fruscio del vento, che è ormai del tutto scemato dopo la mareggiata; mentre l'ombrellone chiuso e la sdraio appoggiata su di essa è frose il punto centrale del quadro. Anche l'uomo subisce in determinati periodi della vita alcuni sconvolgimenti: essi passano dopo un pò di tempo e possono come un fulmine a ciel sereno ritornare anche in un momento di relativa felicità. Questo quadro è la metafora dell'esistenza umana poichè la  sdraio e l'ombrellone chiusi stanno ad indicare che si è chiuso un periodo, ma rimangono comunque alcuni strascichi rappresentati dal mare ancora grosso e dal cielo, al cui orizzonte  si intravedono ancora delle nuvole grigie.
Cordiali saluti
commento di Nappo Sergio sull'opera Mareggiata - sabato 18 ottobre 2008 alle ore 17:55
Impressionante per bravura tecnica. Complimenti.
commento di Preziosa sull'opera Possedere con plastica trasparente - lunedý 20 ottobre 2008 alle ore 10:15
L'impressione dei volumi, il senso di spazio e corposità avvincono e invogliano a pensare. Possedere il "nulla": a che serve? Però fa felice l'uomo!
commento di Preziosa sull'opera Possedere con plastica trasparente - lunedý 20 ottobre 2008 alle ore 10:17
wa professo' bel dipinto...peccato ke si è sporcato...mannagg... hahaha
commento di gianpaolo 2░ A sull'opera La sintesi - lunedý 20 ottobre 2008 alle ore 22:34
professo scusate quel commento era una cosa simpatica comunque bei quadri non me lo aspettavo
commento di gianpaolo 2░ A sull'opera La sintesi - martedý 21 ottobre 2008 alle ore 20:35
waa prof. è stupendo questo quadro...mi piace tantissimo...ci sono i  anche i colori  che mi piacciono di+...soprattutto l'azzurro... perchè ha messo il tempo in relazione con una maschera??...la saluto...maddalena 2b!



commento di Maddalena 2b sull'opera La maschera e il tempo (polittico) - sabato 25 ottobre 2008 alle ore 13:05
cosa c'è al di là di quella porta?cosa ci attende al di fuori delle confortevoli mura domestiche?in fondo nessuno che non abbia avuto il coraggio di uscire può dare una risposta soddisfacente...è l'ignoto che ci spaventa e al tempo stesso ci attrae:è una forza che ci spinge verso di sè e contemporaneamente ci respinge...allora qual è il fine ultimo?respirare,vedere,conoscere....
commento di CARMEN 5A sull'opera Ad di lÓ della porta... il mondo - lunedý 27 ottobre 2008 alle ore 19:32
Buonasera professore,le sue opere sono tutte molto belle,ma questa è quella che preferisco,è proprio bella,i colori sono stupendi e poi mi ricorda molto l'estate...Non pensavo proprio che facesse questi lavori,cioè credevo che quasi come la maggior parte dei professori insegnasse solo teoria e non facesse questi lavori belli e famosi,infatti proprio per questo mi ha stupito !!Mi dispiace se nn ho fatto osservazioni tecniche..però spero abbia gradito lo stesso il mio commento Arrivederci professore e ancora complimenti!!

commento di Francesca 3 B sull'opera Essere nell'infinito - mercoledý 29 ottobre 2008 alle ore 15:49
Professore complienti!I suoi quadri sono bellissimi, ma questa è,secondo me, una delle sue opere più belle...Prof. è un grande!Ancora complimenti!

commento di Raffaella Di Domenico 2B sull'opera Essere nell'infinito - martedý 04 novembre 2008 alle ore 17:52
Opera tanto realistica quanto altamente profonda e delicata.Il senso dell'umiliazione e sottomissione ai propri figli è pienamente espressa.Il gioco di ombre e della trasparenza del velo costituiscono il dipinto rendendo  il Soggetto espresso umano e rasserenato del fatto che chi lo vorra' seguire lo fara' poichè è sua istituzione concedere il libero arbitrio.Egli è Colui che era,è,sara'.
Prof. siete grande.

                                                     samir
commento di samir sull'opera L'offerta per il riscatto - mercoledý 12 novembre 2008 alle ore 11:46
L'infinito.Tematica esistenziale in cui la continua ricerca del finito ha provocato chiusure e cataclismi interiori.Nel dipinto seguente si ha modo di notare il rapporto tra realta' finita ed infinito segnato dalla linea concentrica.L'idea formidabile di usufruire di un setting tipicamente naturale e reale,sottoposto all'intervento dell'infinito dimostra concretamente quanto sia vera l'unione delle due dimensioni.Nulla è isolato rispetto l'altro.Dato che sono solito attribuire ad idee astratte un significato religioso,giungo alla conclusione che l'infinito rispecchi l'animo che risiede nel nostro corpo che appunto costituito da materia finita.Sotto l'aspetto artistico nulla da ridire all'artista che come sempre lascia soddisfatti coloro che vanno al di la' della forma, e dell'apprenza delle cose.Arte per me è sinonimo di riflessione dettagliata che si puo' manifestare unicamente attraverso la rappresentazione diretta di qualcosa.
Complimenti nuovamente al nostro grande prof. che ci sta dimostrando quanto sia possibile comunicare attraverso l'arte.

                                          Franca Samir
commento di samir sull'opera Essere nell'infinito - giovedý 13 novembre 2008 alle ore 16:12

Sono rimasto senza parole.Potrebbe sembrare semplice la decifrazione del dipinto ma secondo i miei parametri di valutazione non lo è.Questa volta vi è un piano prospettico che utilizzato alla grande fornisce un alto esempio stilistico e contenutistico.La rappresentazione è suddivisa in quattro parti.Mi sembra di recepire che vi sia il tramonto,condizione necessaria ed anche sufficiente affinchè l'animo possa  uscire dalla mente e corpo e finalmente vagare libero lasciandosi dietro le problamatiche(rappresentate dalle nubi), e partendo alla ricerca della serenita'(la luce in lontananza).Chi ogni tanto non ha bisogno di stare da solo con se stesso ed indagare su quel che è la sua vita,la sua realta',la sua esistenza in questa realta'?La sera da sempre fonte ispiratrice,puo' anche esser tradotta come destinazione di prosperita';infatti la sera si attende a differenza del giorno.Leggo quindi il dipinto da destra verso sinistra, poichè le nubi ad oriente si spostano ad occidente entrando a far parte di quel chè  è la condizione atmosferica,celestiale presente.Il velo seghettato nel piano simboleggia la difficolta' della nostra mente nel recepire qualcosa quando non si è in vena di farlo.Una mancata percezione delle cose avvolge il nostro ego rendendolo unico e cullandolo in questa magnifica realta'.
Prof.ancora una volta siete riuscito ad impressionarmi:grazie e complimenti.


commento di Samir sull'opera Ricordando... verso sera - giovedý 13 novembre 2008 alle ore 16:34
Sarà per il colore chiaro dell'acqua, per la forza con cui questo giovane fuoriesce dalle acque in cui è sommerso...o più semplicemente per i tre diversi momenti di una lotta che qui sono rappresentati, ma questo è un quadro che colpice a prima vista pur senza andare immediatamente nel dettaglio! Fatto sta che se poi ci si sofferma a guardarlo e ad interpretarlo il tutto si arricchisce...guardando il quadro riesco a dare tante, svariate, differenti interpetazioni...a primo impatto comprendo la lotta del giovane che fuoriesce da un qualcosa che lo sommerge...che lo opprime e gli impedisce di essere libero. Subito però ne comprendo il messaggio, che forse per fantasia oppure per errore, mi arriva alla mente!...Il messaggio è di non fermarsi di fronte alle difficoltà...non restare immobili a lasciarci "sommergere" dal corso degli eventi...in ogni circostanza, bella o brutta che essa sia, bisogna trovare la forza di lottare...il coraggio di sfidare quel mare che ci sembra più grande di noi...e così riemergere, ritornare a vivere...a gioire...a riprovare tutto ciò che le circostanze avevano accecato!...L'importante nella vita è riuscire ad affrontare anche ciò che a prima vista ci risulta IMPOSSIBILE!...é veramente un bellissimo quadro...
commento di Mayra 5^A sull'opera Venirne fuori (trittico) - sabato 15 novembre 2008 alle ore 16:07

Un seme?...bhè un seme è l'origine...è lo stato primordiale di ogni essere vivente...vegetale, animale o umano che esso sia...il seme è allo stesso tempo vita...nascita di un nuovo essere in un qualsiasi momento, in qualsiasi posto e in una qualsiasi circostanza!...Il brillio che lo circonda potrebbe simboleggiare la freschezza...la purezza...l'ingenuità...l'essere inerme...di quel nuovo germoglio, di quel nuovo piccolo organismo che si appresta ad affrontare le peripezie della vita...Dovunque vi è un seme...e dovunque vi è vita...anche dove non ci accorgiamo che vi sia...anche nel più piccolo angolo di mondo...anche nel posto più arretrato...più isolato e malfamato che vi sia...Dovunque questo miracolo divino si sviluppa e dovunque trova i suoi germogli...


commento di Mayra5^A sull'opera Dovunque un seme (dittico) - sabato 15 novembre 2008 alle ore 16:44
il tempo....bhe che dire...è sempre cosi poco....il tempo vola...il tempo ti invecchia..il tempo ti fa crescere....il tempo a volte ti porta via le persone che ami senza che tu le abbia mai detto di volerle bene..perchè il tempo per farlo non era mai abbastanza.......altre volte il tempo sembra fermarsi..i momenti buii della vita sembrano interminabili....vorrei il tempo delle persone che non gli danno alcun valore,che sprecano ore ed ore a distruggersi la vita o altro....
commento di flavia ruocco sull'opera Senza tempo - venerdý 21 novembre 2008 alle ore 15:29
E poi..la nuova aurora.. è questo uno dei suoi messaggi più belli perchè infonde speranza,quella speranza che noi tutti dovremmo avere nei momenti più difficili quando tutto sembra inutile...quella speranza che ci aiuta ad andare avanti,a reagire ,a pensare che forse la vita non è fatta solo di tristezza ma anche di tanta gioia...basta solo saper aspettare che arrivi la nuova aurora per ognuno di noi...complimenti......  
commento di Marzia 5 A sull'opera E poi... la nuova aurora - domenica 23 novembre 2008 alle ore 18:14

Egregio professore,
reputo un privilegio essere sua alunna.
Tutte le sue opere risaltano una nobiltà d'animo ;in tutte si evince l'equilibrio delle forme nel rispettodell'armonia generale.
Quella che però ha suscitato in me sentimenti ed emozioni contrastanti è sicuramente"La porta della storia": osservandola attentamente ho notato la spirale che come un vortice ti attira verso il passato,un passato forse non molto lontano o forse si.......E' quasi come salire sulla macchina del tempo per farsi trasportare, chiudendo gli occhi,in una dimensione fatta di momenti  che non ritorneranno ma che si rivivrebbero .......
Ma tutto ciò è pura utopia ;per questo mi soffermerei sotto l'arco non oltrepassandolo per paura di non poter tornare indietro per vivere il presente ed il futuro....
Complimenti prof è davvero un grande!!!!!!!!!!
             Federica Nardelli III A 


commento di FedericaNardelli sull'opera La porta della storia - venerdý 28 novembre 2008 alle ore 16:31
Salve professore,
in primis vorrei complimentarmi con lei per le sue opere;in tutte si nota lo spirito creativo dell'artista ma allo stesso modo si osserva il rispetto per chi si ferma a contemplarle.
Questa è l'opera che ha colpito maggiormente la mia immaginazione....La porta rappresenta forse un punto di partenza che separa la certezza dall'incertezza.... la razionalità   dall'irrazionale   o il viaggio verso un futuro incerto...... La valigia mi sembra essere l'unica certezza   e quindi la speranza  di una vita migliore....
Sono onorato di essere un suo alunno e spero di attingere dalla sua arte tantissimi segreti        Francesco Fusco   III A
commento di Francesco Fusco sull'opera Ad di lÓ della porta... il mondo - venerdý 28 novembre 2008 alle ore 17:16
Seduta,
ho atteso, disperata, ho pianto.
Non c’è più posto.
Né dentro me né altrove.
“In piedi” ,
tanti anni fa ho detto,
con la forza di un leone.
E ora sotto quel telo,
intrepida l’incoscienza, l’orgoglio,
l’attesa…

Rosaria Lucci

commento di Rosaria Lucci sull'opera Non c'Ŕ pi¨ posto - sabato 29 novembre 2008 alle ore 19:02
Afferra e stringe, ira e furore.
E' uomo, ciò che non ha senso. E' vita ciò che non si vede.
Possedere è sensazione, tutto o niente... Non importa.

Rosaria Lucci


commento di Rosaria Lucci sull'opera Possedere con plastica trasparente - sabato 29 novembre 2008 alle ore 19:15

 

.....i giovani amano le fughe....!!!...a volte si desidera scappare...scappare da tutto,da tutti...sparire.......fuggire dalle difficoltà,responsabilità,errori...ma la fuga è solo uno sfogo perchè tutto resta.....a volte la fuga sembra essere l' unika soluzione per risolvere tutto.....poi si cresce e ci si rende conto che nn è affatto così.....complimenti prof.....Giovynsella V a....!!


commento di Giovyx ....V a!! sull'opera La fuga - lunedý 01 dicembre 2008 alle ore 22:22

Grazie ragazzi... siete fantastici!!!


commento di Francesco Russo sull'opera La fuga - mercoledý 03 dicembre 2008 alle ore 13:42

Grazie ragazzi... siete fantastici!!!


commento di Francesco Russo sull'opera Possedere con plastica trasparente - mercoledý 03 dicembre 2008 alle ore 13:43

Grazie ragazzi... siete fantastici!!!


commento di Francesco Russo sull'opera Ad di lÓ della porta... il mondo - mercoledý 03 dicembre 2008 alle ore 13:44

Grazie ragazzi... siete fantastici!!!


commento di Francesco Russo sull'opera Non c'Ŕ pi¨ posto - mercoledý 03 dicembre 2008 alle ore 13:44

Grazie ragazzi... siete fantastici!!!

 


commento di Francesco Russo sull'opera Senza tempo - mercoledý 03 dicembre 2008 alle ore 13:45

Grazie ragazzi... siete fantastici!!!


commento di Francesco Russo sull'opera Valori immutabili nel tempo presente - mercoledý 03 dicembre 2008 alle ore 13:46

Grazie ragazzi... siete fantastici!!!


commento di Francesco Russo sull'opera Venirne fuori (trittico) - mercoledý 03 dicembre 2008 alle ore 13:46

Grazie ragazzi... siete fantastici!!!


commento di Francesco Russo sull'opera Avita, remota instabilitÓ - mercoledý 03 dicembre 2008 alle ore 13:47

Grazie ragazzi... siete fantastici!!!


commento di Francesco Russo sull'opera L'offerta per il riscatto - mercoledý 03 dicembre 2008 alle ore 13:48

Grazie ragazzi... siete fantastici!!!


commento di Francesco Russo sull'opera Ricordando... verso sera - mercoledý 03 dicembre 2008 alle ore 13:49

Grazie ragazzi... siete fantastici!!!


commento di Francesco Russo sull'opera Mareggiata - mercoledý 03 dicembre 2008 alle ore 13:49

Grazie ragazzi... siete fantastici!!!


commento di Francesco Russo sull'opera Cose che furono, che sono e che saranno - mercoledý 03 dicembre 2008 alle ore 13:50

Grazie ragazzi... siete fantastici!!!


commento di Francesco Russo sull'opera E poi... la nuova aurora - mercoledý 03 dicembre 2008 alle ore 13:51

Grazie ragazzi... siete fantastici!!!


commento di Francesco Russo sull'opera La porta della storia - mercoledý 03 dicembre 2008 alle ore 13:52

Grazie ragazzi... siete fantastici!!!


commento di Francesco Russo sull'opera La sintesi - mercoledý 03 dicembre 2008 alle ore 13:52

Grazie ragazzi... siete fantastici!!!


commento di Francesco Russo sull'opera Armonie - mercoledý 03 dicembre 2008 alle ore 13:53

Grazie ragazzi... siete fantastici!!!


commento di Francesco Russo sull'opera La maschera e il tempo (polittico) - mercoledý 03 dicembre 2008 alle ore 13:54

Grazie ragazzi... siete fantastici!!!


commento di Francesco Russo sull'opera Le acque si raccolsero e apparve l'asciutto - mercoledý 03 dicembre 2008 alle ore 13:55

Grazie ragazzi... siete fantastici!!!


commento di Francesco Russo sull'opera La fuga - mercoledý 03 dicembre 2008 alle ore 13:56

Grazie ragazzi... siete fantastici!!!


commento di Francesco Russo sull'opera La vita - mercoledý 03 dicembre 2008 alle ore 13:57

Grazie ragazzi... siete fantastici!!!


commento di Francesco Russo sull'opera Essere nell'infinito - mercoledý 03 dicembre 2008 alle ore 13:58

Grazie ragazzi... siete fantastici!!!


commento di Francesco Russo sull'opera Eppur... soli - mercoledý 03 dicembre 2008 alle ore 13:59

Grazie ragazzi... siete fantastici!!!


commento di Francesco Russo sull'opera (Un seme) Fiorisca e fruttifichi (dittico) - mercoledý 03 dicembre 2008 alle ore 14:00

Grazie ragazzi... siete fantastici!!!


commento di Francesco Russo sull'opera Dovunque un seme (dittico) - mercoledý 03 dicembre 2008 alle ore 14:01

SPETTACOLARE....

COCOVEL


commento di Cocovel sull'opera E poi... la nuova aurora - giovedý 05 febbraio 2009 alle ore 22:49

GANDE TECNICA....BRAVISSIMO

COCOVEL


commento di Cocovel sull'opera Venirne fuori (trittico) - giovedý 05 febbraio 2009 alle ore 22:50

Complimenti vivissimi!!!!!


commento di Rayart sull'opera Non c'Ŕ pi¨ posto - martedý 24 febbraio 2009 alle ore 22:18

Carissimo, ti ringrazio della tua preferenza e ti ringrazio perchè mi hai dato l'occasione, nel visitare la tua pagina, di ammirare il modo come tratti le trasparenze; in particolare mi interessa il modo come rendi il movimento del' acqua: E' una cosa  che ho desiderato rappresentare, ma da  autodidatta, non sono mai riuscito a farlo con efficacia. Se mi puoi aiutare resterò tuo devoto discepolo. Un carissimo abbraccio da Orazio Urzì


commento di Free Man sull'opera Le acque si raccolsero e apparve l'asciutto - giovedý 26 febbraio 2009 alle ore 20:57

Atmosfera magicamente melanconica resa con la tua immancabile maestria. Si assapora quella sensazione di fine estate che porta via momenti di relax. Ciao da Orazio


commento di Free Man sull'opera Mareggiata - giovedý 26 febbraio 2009 alle ore 21:02

interessantissimi i tuoi lavori, belle le composizioni e l'uso del colore


commento di stefano venturini sull'opera Cose che furono, che sono e che saranno - venerdý 27 febbraio 2009 alle ore 08:01

.....quanto vorrei essere sua allieva!!!


commento di Rifil sull'opera (Un seme) Fiorisca e fruttifichi (dittico) - venerdý 27 febbraio 2009 alle ore 16:42

Grazie per l'apprezzamento...ancora più gradito da un "maestro d'arte" e gande "artista"!


commento di Elisa Magnoni sull'opera (Un seme) Fiorisca e fruttifichi (dittico) - sabato 28 febbraio 2009 alle ore 15:39

 Grazie per il voto che ricambio per questa tua opera bellissima

Giorgio


commento di Giorgio Mocci sull'opera Equilibrio instabile - sabato 28 febbraio 2009 alle ore 15:58

Bravo! anzi bravissimo!!!

  Complimenti!      Ciao. LENY


commento di Leny sull'opera La fuga - sabato 28 febbraio 2009 alle ore 20:18

...originali le sue opere, belle le forme, belli i colori!

Complimenti! e Buona Arte! Collega!

 

Aurelio Villanova


commento di Aurelio Villanova sull'opera La maschera e il tempo (polittico) - domenica 01 marzo 2009 alle ore 17:39

bellissimo


commento di diego sull'opera Venirne fuori (trittico) - domenica 01 marzo 2009 alle ore 19:44

Non c'è più posto...ebbene sì! Non c'è più spazio per tutti, non c'è più modo di entrarci tutti in questo "misero" mondo...Non c'è posto per chi vuole essere libero di  esprimersi, nè tantomeno per chi vuole restarsene in disparte, per chi ama sognare e non ha più il coraggio...o comunque la possibilità per dirlo!...Non c'è più spazio per chi vuole amare e purtroppo non è amato, per chi è diverso e lo è sempre stato pur non essendocene accorti...Tutto corre...tutto va avanti...e tutto ritorna come prima ed intanto?..si ritorna al punto di partenza, ma ogni volta con qualche posto in meno...sempre più sono le persone che non vengono capite, quelle che vengono abbandonate, maltrattate, uccise...perchè magari per loro non c'è più posto...o solo perchè se pure quel posto ci fosse bisogna tenerselo stretto...difenderlo...un giorno potrebbe non esserci più un posto anche per noi?!?(domando e nel domandare affermo)...Bel quadro...bellissimo significato!


commento di Mayra 5^A sull'opera Non c'Ŕ pi¨ posto - domenica 01 marzo 2009 alle ore 21:34

E' stupendo!!!


commento di Coco sull'opera Dalla disubbidienza di Icaro - martedý 03 marzo 2009 alle ore 15:41

mi piacciono i tuoi quadri,e ne ho votati diversi,questo trittico che formalmente è bellissimo però non lo voto, per l titolo perchè io considero l'acqua del mare il mio elemento vitale e dunque ne vengo fuori sempre con un po' di amarezza.....

complimenti anche per aver avuto il coraggio di affrontare la questione dei clandestini, io ci hopensato tante volte ma non l'ho fatto mai proprio perchè per me il mare è vita e per loro è spesso morte...credo che tu abbia trovato un buon equilibrio...

ciao daniela tombà e grazie per il voto


commento di Dantom sull'opera Venirne fuori (trittico) - martedý 03 marzo 2009 alle ore 17:36

Tutto sembra sul punto di essere o cancellato o traformato per metamorfosi.


commento di betto lucio sull'opera Radici - sabato 07 marzo 2009 alle ore 17:59

è stupendo l'effetto che hai dato...............mi piace!!!!


commento di Cicca sull'opera La fuga - mercoledý 15 aprile 2009 alle ore 19:21

 Bello e pieno di significati.

Dipinto con bravura .E' una tela che comunica e riempe di immaginazione per quello che c'è al difuori di una realtà casalinga.

Bravo!


commento di Alexydory sull'opera Ad di lÓ della porta... il mondo - domenica 17 maggio 2009 alle ore 13:27
Accipicchia...le voterei tutte!!! Queste della serie con l'effetto graffiato sono veramente accattivanti, si fanno propio guardare!!! Complimenti.
commento di Letizia sull'opera Dalla disubbidienza di Icaro - lunedý 15 giugno 2009 alle ore 15:21
Questa mi ha dato l'impressione di un'opera che accusa l'inquinamento...:-)
commento di Letizia sull'opera AutenticitÓ e finzione (polittico) - lunedý 15 giugno 2009 alle ore 15:27
Sembra di essere li, di poter allungare la mano e toccare quel panneggio impalpabile per la sua trasparenza. Congratulazioni...
commento di Letizia sull'opera L'offerta per il riscatto - lunedý 15 giugno 2009 alle ore 15:29

complimenti per i suoi quadri! lei è un maestro!


commento di Liviana sull'opera Venirne fuori (trittico) - domenica 06 settembre 2009 alle ore 19:11

sei un genio!!


commento di Francesco Rizzi sull'opera Armonie - giovedý 10 settembre 2009 alle ore 21:53

Bellissimo, senza parole...

Mariangela


commento di Felisia sull'opera Valori immutabili nel tempo presente - mercoledý 07 luglio 2010 alle ore 20:30

spettacolare


commento di Andrea Lucchetta sull'opera Armonie - domenica 31 ottobre 2010 alle ore 16:38

come sembra vivo


commento di Andrea Lucchetta sull'opera Radici - domenica 31 ottobre 2010 alle ore 16:39

Tantissimi complimenti!


commento di Arcangelo Delfino sull'opera Ad di lÓ della porta... il mondo - giovedý 17 marzo 2011 alle ore 05:39

 Prof. mi inchino davanti  a tanto estro e tanta bravura. Clap clap clap (batto le mani)!


commento di LellŔ sull'opera Possedere con plastica trasparente - martedý 24 maggio 2011 alle ore 16:53

 molto scenico e molto significativo!


commento di LellŔ sull'opera Non c'Ŕ pi¨ posto - martedý 24 maggio 2011 alle ore 16:55

 sei molto bravo. Al tuo cospetto io sono una schiappa :-)


commento di LellŔ sull'opera L'offerta per il riscatto - martedý 24 maggio 2011 alle ore 16:58

Ciao Franceso, pur non conoscendoti di persona mi permetto di associarmi alle bellissime parole dei commenti dei tuoi allievi. Le tue opere sono tutte stupende e ricche di significato e di sensibilità, mi emozionano molto...complimenti.


commento di La Forza Del Colore sull'opera La porta della storia - venerdý 23 settembre 2011 alle ore 07:26
Banner pubblicitari
Sostengono IoArte
Siti Amici