Fraser

Fraser Francesco Serluca
ariano irpino (AV)

Iscritto dal
12/02/2009
Categoria: Pittori

Websites: fraser.exibart.com  www.pittoriequadri.it  francescoserluca.googlepa

Opere inserite: 16

Visualizzazioni profilo: 3497

Voti ricevuti: 52 Chi ha votato?


Data di nascita: 22/11/1955
Residenza: ariano irpino - AV
Telefono: 3333946329


DIGITA ANCORA

francescoserluca.googlepages.com/

  • n1
  • a
  • m
  • n2
  • raccolta differenziata
  • sacrificio in miniera

Commenti sulle opere di Fraser:

i tuoi dipinti mi piacciono proprio, ma questo lo preferisco perchè....è reale. di solito si vedono dipinti,bellissimi corpi addirittura sfiorano ...l'inverosimile, questo invece mostra la metamorfosi naturale dell'uomo( inteso anche donna). bravo!


commento di Rifil sull'opera b - lunedì 16 febbraio 2009 alle ore 16:14

perdonami, ma è veramente orrendo... non so, ma credo che arte voglia dire qualcosa di bello, non qualcosa che ci ricorda le miserie umane...


commento di Lukedarkside sull'opera b - giovedì 19 febbraio 2009 alle ore 22:44

perchè, le miserie umane, come le definisci tu, non fanno parte della nostra vita? voler dipingere"il bello" sempre da tua definizione, denoterebbe l'ipocrisia di una persona davanti alla vita, voltare la faccia dall'altra parte! ma la vita è questa, fatta di cose belle e non; l'artista che ha dipinto questo quadro, di sicuro non è ipocrita e sa cogliere tutte le sfumature di quello che lo circonda, qualità necessaria per un artista, che voglia definirsi tale!


commento di rifil sull'opera b - venerdì 20 febbraio 2009 alle ore 06:14

Ciao Frazer mi piaci e sei bravo anche col pennello, perchè sei tu che dirigi lui e con indubbia maestria. Anch'io a volte amo dipingere miserie umane, più che umane direi animali.....gatti spelacchiati che accattonano un pò di cibo sotto i tavoli dei ristoranti. Pesci orrendi con sguardi umani...il prossimo step sono i polli . Io amo gli animali e la natura.  Dipingere certe realtà  che in effetti non sono sempre  bellissime credo faccia parte degli inequivocabili tumulti degli animi ahimè artistici.Ciao!!


commento di Cy sull'opera n2 - venerdì 20 febbraio 2009 alle ore 20:29

Forte anche questa !!!Ma veramente ti piace il pesce storduto?? Sto provando nuove tecniche ma non sono per ora molto soddisfatta.


commento di Cy sull'opera l - sabato 21 febbraio 2009 alle ore 18:23

Dio  mio ... ma  è magnifico !

Questo  quadro  parla!

Di una  profondità  infinità,che  mi ha  emozionata!

 ti  faccio i  miei  più sinceri  complimenti...

cristina


commento di Cristina De Biasio sull'opera a - giovedì 26 febbraio 2009 alle ore 09:11

mi piace! ci metti sempre un pizzico di originalita nelle tue opere.


commento di Gabriela Bodin sull'opera xx - venerdì 27 febbraio 2009 alle ore 23:45

...è un opera bellissima...


commento di Fabio Peruzzi sull'opera 001 - martedì 03 marzo 2009 alle ore 17:30

PERSONALE DI PITTURA CHIETI

Bottega d'arte C./so Marruccino, 148 

3 - 11 GIUGNO 2009


commento di Fraser sull'opera Personale di pittura - domenica 24 maggio 2009 alle ore 18:07

Non si dipingono solo le cose gradevoli e di bella presenza.L'arte è capacità di espressione e comunicazione mediante un sentimento che ti indirizza ad esprimere sensazioni di vario carattere.Definisco quest'opera non volgare ma ben realizzata nella sua intera concezione.Io personalmente non metto in mostra parti del corpo un poi' delicate,ma chi lo fà credo che voglia esrimere una disinvoltura naturale e non spudorata.

Alexydory

 


commento di Alexydory sull'opera b - lunedì 25 maggio 2009 alle ore 00:11

scultura di colori luci e ombre plasmano il nulla facendolo vivere

superbo


commento di Opus sull'opera c - mercoledì 08 luglio 2009 alle ore 22:54

il concetto che muove l'opera "raccolta differenziata" potrebbe interagire con quanto accade attualmente nelle nostre terre violentate e percosse da una serie infausta di avvenimenti cataclismatici ed "immondi" eppure quanto mi viene ... da questo senso apparentemente civico e/o canonico è il vero diagramma strutturale delle movenze.

capelli lunghi e leggermente arruffati, discromia nell'intimo e nelle tonalità delle carni mascolinità nella potenza del soggetto ne fanno un inno alla femminilità anzi alla femmina contemporanea e vera della quale chiunque, artista, critico o profano andrebbe ad innamorarsi. la difficoltà nella realizzazione, vista sempre da uno scrittore quale dicono che io sia, credo essere nel rendere vivo e distratto il procedere delle operazioni. si potrebbe pensare ad una badante intenta a nettare le profondità della casa che l'accoglie oppure ad una donnaccia di casa chhe sciatta e provocante, quali di solito sono, esce dalle grinfie malefiche della propria abitazione per guardarsi intorno e cercare l'amore fugace che lo sgardo violento e frustrato del passante le da.

insomma questo quadro è un opera veramente magnifica peccato non ve ne siano in giro alla portata di tutti. complimenti vai avanti  e dipingi ancora di queste madonne di strada.


commento di Filippo Gambacorta sull'opera raccolta differenziata - mercoledì 23 settembre 2009 alle ore 15:55

Splendido! Sono poche le opere che riescono veramente a 'comunicare' (che poi dovrebbe essere il fine dell'arte), in genere sono solo fedeli riproduzioni di un mondo-immagine perfetto ma senza emozioni... in questo dipinto invece c'è la sintesi di un moto dell'animo umano che urla e si dispera in un silenzio assordante!

well done!

saluti Felisia


commento di Felisia sull'opera a - martedì 20 aprile 2010 alle ore 09:32

opera fantastica complimenti,ciao Francesco


commento di Felice sull'opera z - venerdì 12 novembre 2010 alle ore 12:59
Banner pubblicitari
Sostengono IoArte
Siti Amici