Gero

Gero Girolamo Peralta
PACECO (TP)

Iscritto dal
14/01/2013
Categoria: Pittori

Opere inserite: 45

Visualizzazioni profilo: 1478

Voti ricevuti: 323 Chi ha votato?


Data di nascita: 01/01/1957
Residenza: PACECO - TP
Telefono: 3291052111


"Gero" è il mio nome d'arte; mi chiamo Girolamo Peralta. Per quanto riguarda l'arte, sono semi-autodidatta. Ho avuto infatti le mie scuole di tecnica e di pensiero, e i miei maestri. Al liceo ho imparato l'arte del disegno, all'università la filosofia dell'arte: psicologia, pedagogia, filosofia, estetica.
Mi sono appassionato alla "Catarsi" di Aristotele e alla "Rievocazione estetica" di Allmayer che cerco di mettere in pratica non solo nelle mia arte ma anche nella vita quotidiana. Nell'arte, per essere più libero di esprimermi, seguo la "Linea Debussy": "non un solo centro", non "una sola direzione".
Il mio genere è un semi-astrattismo o "Astrattismo figurato". Il mio intento: rappresentare le idee del Mondo Causale o, a detta di Platone, dell'Iperuranio.
L'Arte non può essere semplice imitazione della natura, perché nell'arte e per mezzo di essa è l'Infinito che è in noi che si esprime: il Fanciullino di Pascoli, la Musa ispiratrice, il Demiurgo di Platone, l'Oversoul di Emerson, la Superanima di Yogananda.   Tel. cell.: 3291052111  -   email: gerobiri@libero.it

  • Pathos
  • Miraggio esistenziale
  • Silenzio
  • Strappi
  • La notte è così tersa, cui forse anche morire non fa male (Omaggio a Esenin Sergej Aleksandrovic)
  • ...e il naufragar m'è dolce in questo mare!!!

Commenti sulle opere di Gero:

Bellissima l'ispirazione, bellissimo il tuo astratto....complimenti per tutte le tue opere!


commento di La Forza Del Colore sull'opera Allegria - lunedì 14 gennaio 2013 alle ore 21:39

c'è del vero in quello che scrivi nella presentazione dell'opera, che pure è bella e significativamente pittorica, quindi ben fatta e foriera del messaggio concettuale.

un buon lavoro, complimenti e ben arrivato nel  club

 

gianca

 


commento di Gianca sull'opera Petali - sabato 26 gennaio 2013 alle ore 00:17

questo lavoro è un esempio di immanentismo, nel senso puro della tecnologia pittorica che dice "nessun lavoro è totalmente astratto o figurativo" in contrapposizione al metafisico

bravo

gianca

 


commento di Gianca sull'opera La fanciulla di Aengus il vagabondo - sabato 26 gennaio 2013 alle ore 00:34

simpatico timbro dei tuoi quadri!


commento di Daniele Emiliano sull'opera Verso un paese senza nome - sabato 26 gennaio 2013 alle ore 16:03

Il sogno di tanti...solcare il mare verso una meta sconosciuta...un paese senza nome che sappia accoglierci come ospiti attesi e desiderati...questa la mia personale interpretazione del tuo bellissimo dipinto!


commento di La Forza Del Colore sull'opera Verso un paese senza nome - sabato 26 gennaio 2013 alle ore 21:15

grazie x i voti!


commento di Daniele Emiliano sull'opera Splende il sole - mercoledì 30 gennaio 2013 alle ore 16:03

te li danno quei soldi li dove dipingi?


commento di Daniele Emiliano sull'opera Splende il sole - mercoledì 30 gennaio 2013 alle ore 16:04

Molto originale


commento di Intarsiatore sull'opera Case - venerdì 01 marzo 2013 alle ore 12:39

Emozionante e dal cromatismo esuberante


commento di Intarsiatore sull'opera Verso un paese senza nome - venerdì 01 marzo 2013 alle ore 12:41

 Davvero sei riuscito a trasmettere questo senso di sospensione e di precarietà esistenziale, e con accostamenti cromatici molto belli!


commento di Maria Rosaria Riccio sull'opera Sospesi, come le foglie, in un mondo senza tempo! - mercoledì 20 marzo 2013 alle ore 07:02

 grazie per le preferenze


commento di Maria Rosaria Riccio sull'opera Pathos - giovedì 21 marzo 2013 alle ore 09:23

Bel lavoro, rispecchia il titolo bravo! 


commento di Sma sull'opera Pathos - domenica 21 luglio 2013 alle ore 21:12

Bello!


commento di Daniele Emiliano sull'opera Trasfigurazione - venerdì 26 luglio 2013 alle ore 17:55

Interessante la descrizione e la rappresentazione de'  La Divina Indifferenza,grazie e complimenti a te


commento di Lucille sull'opera La Divina Indifferenza - domenica 28 luglio 2013 alle ore 09:05

 Bello!


commento di Daniele Emiliano sull'opera Miraggio esistenziale - sabato 24 agosto 2013 alle ore 10:36

 Bella Immaginazione coloristica!


commento di Daniele Emiliano sull'opera Fiori sulla città - martedì 08 ottobre 2013 alle ore 22:00

mi piace molto, ciao Nella


commento di Bernardineartnella sull'opera Voyelles - domenica 03 agosto 2014 alle ore 22:44

 stupenda...

 


commento di Bernardineartnella sull'opera Stormo d'uccelli neri - domenica 03 agosto 2014 alle ore 23:21

 stupenda...

 


commento di Bernardineartnella sull'opera Stormo d'uccelli neri - domenica 03 agosto 2014 alle ore 23:21

 molto bella con colori molto particolari!


commento di Bernardineartnella sull'opera Sospesi, come le foglie, in un mondo senza tempo! - mercoledì 06 agosto 2014 alle ore 20:45

Complimenti ,tutte le tue opere sono cromaticamente gioiose, bravissimo !!!

Grazier di cuore per il bellissimo commento...cari saluti e a presto !!!!


commento di Luchet sull'opera Stormo d'uccelli neri - giovedì 30 ottobre 2014 alle ore 15:39

 Bella opera, interessante. Complimenti Gero


commento di Mina Cappussi sull'opera La Divina Indifferenza - domenica 02 novembre 2014 alle ore 13:16

 grazie per le preferenze!


commento di Maria Rosaria Riccio sull'opera Petali - lunedì 01 dicembre 2014 alle ore 21:01

 molto bello!


commento di Maria Rosaria Riccio sull'opera Pathos - lunedì 01 dicembre 2014 alle ore 21:02

Il titolo è tratto dalla canzone di Branduardi, "Confessioni di un malandrino", riadattamento di una poesia di Sergej Aleksandrovic Esenin, "Confessioni di un teppista". È rappresentato il paese del Poeta malato d'infanzia e di ricordi. Il tempo tutto ha cancellato, ma egli non è cambiato: "il cuore ed i pensieri son gli stessi". E "La notte è così tersa, cui forse anche morire non fa male. Che importa se il mio spirito è perverso e dal mio dorso penzola un fanale".
La cornice non è necessaria perchè anche i lati esterni fanno parte del quadro (vedi foto).


commento di Gero sull'opera La notte è così tersa, cui forse anche morire non fa male (Omaggio a Esenin Sergej Aleksandrovic) - lunedì 26 gennaio 2015 alle ore 14:53

Il quadro non rappresenta alcuna figura reale. È un quadro astratto. Si tratta probabilmente di un "paesaggio onirico". Si va oltre la logica asimmetrica e, entrando a fondo nelle cose visibili, che cominciano a dileguarsi, si intravedono quelle invisibili, difficili da decifrare: l'essenza delle cose stesse. Queste si possono rappresentare solo attraverso simboli: elementi che caratterizzano una forma espressiva intuitiva, che va oltre la razionalità.


commento di Gero sull'opera La bellezza del niente - lunedì 26 gennaio 2015 alle ore 14:54
bello! e grazie
commento di Maria Rosaria Riccio sull'opera Case - giovedì 05 febbraio 2015 alle ore 23:00
molto bella!
commento di Maria Rosaria Riccio sull'opera Shanti - giovedì 05 febbraio 2015 alle ore 23:14

 molto bello!

grazie per le preferenze!


commento di Maria Rosaria Riccio sull'opera Stormo d'uccelli neri - venerdì 20 febbraio 2015 alle ore 08:19

Ciao Gero , bellissima , carica  e misteriosa..bravissimo !!!

Grazie per i complimenti per  la mia opera....hai votato una di quelle a cui ci tengo di più, grazie anche per il bellissimo commento.  Luchet


commento di Luchet sull'opera La bellezza del niente - domenica 22 febbraio 2015 alle ore 16:56

 Belle opere complimenti ciao.


commento di Nicola Emiliano sull'opera A passo di danza - domenica 12 aprile 2015 alle ore 14:10

Un pensiero che chiunque potrebbe esprimerlo in vari modi, Io lo interpetro come un'ovulo che sta per fecondarsi. sicuramente è diverso da ciò che tu hai creato. Ti sei espresso benissimo. fai qualche commento su delle mie opere fa sempre piacere, tuo amico Michele


commento di Michele Montalto sull'opera Pensiero dominante - lunedì 25 maggio 2015 alle ore 12:33
Banner pubblicitari
Sostengono IoArte
Siti Amici