Lukarich Francesco

Lukarich Francesco Francesco Lukarich
Trieste (TS)

Iscritto dal
20/12/2012
Categoria: Pittori

Opere inserite: 0

Visualizzazioni profilo: 539

Voti ricevuti: 0


Data di nascita: 15/12/1983
Residenza: Trieste - TS

 Curriculum Artistico Francesco Lukarich

 

Francesco Lukarich nasce a Trieste il 15/12/1983. Nel 1995 i genitori si offrono per partire come missionari e la famiglia si trasferisce in Nicaragua. Vanno a vivere nel piccolo paese montano di Jinotega. In questi anni, in lui inizia a sgorgare una profonda necessita di comunicazione, la quale trova il suo naturale sfogo nell’arte. Va a bottega presso un pittore naif del luogo ed inizia ad esplorare la linea, la superficie ed il colore. Ritornato in Italia nel dicembre del 1998, nel 1999 si iscrive all’Istituto Statale d’arte E.U. Nordio. Qui, sotto la carismatica guida di alcuni insegnati affina le sue capacità, ma soprattutto, attraverso le lezioni di storia dell’arte, viene a contatto con la metafisica di De Chirico e l’opera di Vasilij kandinskij. Legge “lo spirituale nell’arte” di Kandinskij e ne rimane completamente affascinato. Intraprende così un iter creativo che lo porterà a fondere la metafisica dechirichiana e la teoria del colore del pittore russo, in un intreccio fra architetture e astrattismo. Crea così un linguaggio di forme e colori dove, ad esempio, il giallo (colore del tradimento, della frode ) associato ad un edificio con molte finestre ed aperture su di un lato, ma sull’altro è  dipinto di nero, risulta simboleggiare un uomo che tradisce, che ha secondi fini, ecc.

La madre si ammala di Parkinsonismo. In questo periodo conosce da vicino la sofferenza e l’angoscia, inizia poco a poco a toccarle con mano e ne rimane scandalizzato. Entra in una profonda crisi esistenziale che lo porta a rinnegare la sua fede e lo trascina nel baratro del non senso della vita. La madre peggiora. In uno dei tanti ricoveri della madre, vede nel letto affianco una donna scheletrica, bianca e seminuda che boccheggia ed emette rantoli. Vinto il ribrezzo si avvicina e percepisce che la donna sta chiedendo acqua. In quel momento, ai piedi di quel letto, riconosce in quella donna Cristo crocifisso abbandonato da tutti. Inizia da quel letto un rinnovamento nel linguaggio artistico, che lo porterà a dipingere la sofferenza che vede attorno a se e della quale nessuno vuol sentir parlare. Si avvicina all’espressionismo tedesco e  trova in esso la via più consona per esprimere la nuova fase della sua vita. Sperimenta una nuova forma per dar vita alle sue opere, cercando di instaurare attraverso d’esse un dialogo opera / spettatore .Nel 2008 la madre muore e a seguito di questo avvenimento, entra in un momento di totale aridità artistica. In un viaggio in Spagna nel 2010, si accorge attraverso l’osservazione di varie problematiche sociali, che la società e lui stesso stanno cercando la vita e la felicità in cose dove o idee non si trovano. E’ un periodo di presa di coscienza, che poco a poco lo porterà a capire, se pur lontanamente, che l’uomo per essere felice ha bisogno di donarsi ed essere amato. Inizia così una nuova fase della sua pittura che lo porterà a indagare su dove si occulti la vera felicità, ma particolarmente dove si celi quel qualcosa che può saziare e colmare totalmente lo spirito dell’uomo. Da quest’idea germoglia questa mostra, che aiutando lo spettatore ad aprirsi, cerca di raggiungere e risvegliare la sua anima.

 

 

1999 – 2005 I.S.A. E.U.  Norido

2001 - Personale presso il Bar Costa - Trieste.

2002 -  Collettiva con l’associazione Arte 7

2002 - Primo premio al concorso d’arte sacra indetto dalla Provincia di Trieste.

2003 - Collettiva presso il convento dei frati minori conventuali. –Treviso.

2004 - Collettiva con l’associazione Arte 7

2006 - Collabora alla realizzazione del ciclo di affreschi nella chiesa di S. Giovanni Battista - Perugia.

2006 - Personale presso l’ex convento di Santa Maria Maggiore – Trieste.

2007 - Assieme al pittore David Lopez affresca la cappella della chiesa di S. Antoine  – Strasburgo - Francia

2008 - Esposizione di disegni a Berlino presso il Tacheles. – Berlin – Germania.

2009 - Personale presso il Bar Carakas – Trieste.

2010 - La Balalaika di San Pietroburgo. Spettacolo teatrale presso il teatro stabile politeama Rossetti. Trieste

2010 - 23° Concorso per le arti figurative “Lilian Caraian”. Stazione Rogers  - Trieste

2011 - Personale presso lo spazio espositivo dell’associazione Thirty seven.  – Fiumicello

2011 – La notte di Beltane. Spettacolo teatrale presso il teatro stabile politeama Rossetti. - Trieste

2011 - Personale presso la 62° settimana liturgica nazionale.  Molo IV - Trieste

2011-   24° Concorso per le arti figurative “Lilian Caraian”. Sala Fittke - Trieste

2012 – 25° Concorso per le arti figurative “Lilian Caraian”. Biblioteca Statale - Trieste

Banner pubblicitari
Sostengono IoArte
Siti Amici