Nevio Leoni

Nevio Leoni Nevio Leoni
Portoferraio (LI)

Iscritto dal
10/06/2008
Categoria: Pittori

Websites: La pittura di Nevio Leoni 

Opere inserite: 12

Visualizzazioni profilo: 4013

Voti ricevuti: 25 Chi ha votato? Sono socio dell'Associazione Culturale IoArte


Data di nascita: 16/07/1950
Residenza: Portoferraio - LI
Telefono: 0565916520


Mi chiamo Nevio Leoni, sono nato a Piombino nel 1950, ma vivo ed dipingo all'Isola d'Elba da molti anni Trovo sempre qualcosa di nuovo da dipingere tra questi borghi, su queste spiagge....tra questa gente.
Due sono le tendenze che si riscontrano nella pittura di Nevio Leoni. In un primo momento si nota la sua ricerca della vita e del bel respiro di paese, vissuto in figure di bar o in figure semiaddormentate. Ma anche un paese di noia, muri in calce, vuoto per le strade, assenza di finestre, tetti che coprono, con allegri colori, vite segrete, avventure nascoste e tanta banalità di tutti i giorni. Una menzione alle scogliere su cui si affacciano tali paesi, scogliere dipinte in movimento come si vedono dalla nave, brulle muraglie aperte su voragini che piombano cadendo con mille pieghe. La seconda tendenza riporta il movimento delle figure, movimento che nasce dallo studio delle posizioni del corpo nel ritmo ginnico. Si nota una grande flessibilità delle donne e degli uomini, che ricorda la capacità di contemplazione orientale attraverso il corpo in un misto tra misticismo ed erotismo. Senza amore le donne, per mancanza di passione, che incuriosisce e attira, o forse si dovrebbe parlare di un dopo l' amore, un après I'amour, un po’ introverso, che lascia spazio all'immaginazione. Si tenta di dare anche ai vecchi questa vita dove cova il fuoco per ravvivare la loro cenere. C'è un senso di amicizia nuova e antica anche tra i maschi, amicizia che nei visi si ritrova diversa perché sono diversi i caratteri; così i visi e i corpi asciutti e persi dentro vestiti eleganti, ma stracci morbidi gettati dal pittore su giovani e vecchi. La dimensione uomo si rivela nei quadri attraverso i tagli da modelli e le nozioni anatomiche del pittore, ossa e muscoli al loro posto a diversi per ciascuno. Gli stessi tagli quasi fotografici per gli scorci di paese. Le figure però predominano: ancora le donne dove il corpo pieghevole non regala alle curve naturali altro che l'eleganza dell'educazione a vivere e a posare. Uomini a donne stanchi che dormono o forse pensano sognando come fosse impossibile diventare volgari o terrestri, tanto la pittura si astrae negli smilzi personaggi di Nevio Leoni.

  • Veduta del centro
  • Casa al Cotone
  • Capoliveri
  • Sottobomba
  • Dai Vigilanti
  • Sant'Ilario

Commenti sulle opere di Nevio Leoni:

molto molto carino

commento di Ivan Favale sull'opera Capoliveri - giovedì 19 giugno 2008 alle ore 18:43
non fartene un cruccio,  ma come in tutte le tue opere, c'è un carenza di disegno.
ciao e non demordere,
commento di bruno sull'opera Dai Vigilanti - giovedì 28 agosto 2008 alle ore 18:39
Banner pubblicitari
Sostengono IoArte
Siti Amici