Paolo Cecchetto

Paolo Cecchetto Paolo Cecchetto
Valdagno (VI)

Iscritto dal
15/11/2013
Categoria: Pittori

Opere inserite: 47

Visualizzazioni profilo: 1478

Voti ricevuti: 126 Chi ha votato?


Data di nascita: 21/03/1966
Residenza: Valdagno - VI

Ciao a tutti gli amici di ioarte e a tutti voi che amate la pittura e tutte le forme artistiche.Sono Paolo Cecchetto di Valdagno una città in provincia di Vicenza e volevo descrivere brevemente la mia biografia artistica. Sono diplomato al Liceo artistico della mia città e ho fatto a suo tempo solo alcune mostre scolastiche e poi in seguito altre istallazioni e mostre a feste e sagre di paese, ho venduto e vendo tuttora quadri a privati. Il mio sogno sarebbe stato quello di fare l’artista come professione ma la vita ci costringe a scelte diverse. Dipingo quindi per hobby ma con molta passione e sentendo il fare pittorico come un’esigenza dell’anima.

La mia pittura parte da una ricerca interiore, da una serie di stati d’animo, dove la struttura compositiva non è sempre sganciata dal mondo delle forme naturali, ma esse scaturiscono esclusivamente dal mio subcosciente e come la grafia in scrittura rivela la mia autobiografia psicologica e spirituale.
L’esigenza pulsionale che trova spazio nelle mie opere pittoriche è una sorta di “catarsi”, una purgazione e uno scarico di tensioni interiori o di desideri, emozioni e sentimenti sottili inesprimibili a parole.
Le tensioni che inevitabilmente si creano nel dipinto, sono evidenziate nel movimento e nella loro disposizione delle forme e dei segni che prendono posizioni diverse e contrastanti. I colori che inizialmente e istintivamente s’impongono in contrasto netto gli uni dagli altri necessitano coscientemente da parte mia di una revisione armonica dell’insieme cromatico per dare alla composizione un equilibrio e poco invasivo allo sguardo di chi fruisce, senza però che i colori perdano quella freschezza ed energia vitale. La teoria dell’oggettivazione e dell’esorcizzazione per mezzo di uno svuotamento dell’inconscio restituito alla coscienza, per reprimerlo moralmente, viene applicata alla mia creazione pittorica come “catarsi” di redenzione e purificazione, dandomi un senso di pacificazione psicologica e spirituale.
La “catarsi” è la liberazione dagli aspetti negativi della realtà, compiuta dall’opera d’arte e secondo Aristotele, un riequilibrio degli eccessi passionali suscitati nell’animo dello spettatore dalla rappresentazione tragica nel teatro greco. Nel fare pittorico io mi emancipo dalle negatività interiori e le trasformo, agendo nella mia sfera spirituale. E’ mia intenzione che questa “catarsi” operi positivamente anche sullo spettatore. Essa è un modo per scandagliare e far liberare le paure, le sofferenze, ma anche esprimere gioie ed emozioni intime e sottili difficili da descrivere con parole, mentre con la pittura prendono forma e colore. Le energie positive che scaturiscono a ogni composizione pittorica di volta in volta risorgono in una rinnovata vita, in una nuova alba, con sottili emozioni di gioia, libertà e purezza. In conclusione sono arrivato a capire con la mia modesta esperienza che attraverso l’arte, che è un’attività umana fondamentale, si deve necessariamente passare per le vie oscure dell’animo cioè per il dolore e per il tormento, ma con la volontà di accoglierne le lacerazioni necessarie al raggiungimento di quella pace interiore che ci fa stare bene con noi stessi e quindi con gli altri.
Paolo Cecchetto

  • simbolgie maya
  • splendori d'oriente
  • Danza
  • lacrime francesi
  • introversione celata
  • impeto latente

Commenti sulle opere di Paolo Cecchetto:

Ciao Paolo, " Primordi" mi piace per la inusuale luce giallo viola che filtra tra le masse, Guido


commento di Guido Marra sull'opera primordi - sabato 16 novembre 2013 alle ore 18:40

 bello!


commento di Daniele Emiliano sull'opera Danza - sabato 16 novembre 2013 alle ore 19:48

 ciao 


commento di Daniele Emiliano sull'opera nessun titolo - sabato 16 novembre 2013 alle ore 22:11

bello questo dipinto complimenti.


commento di Gianfranco Pisano sull'opera Danza - domenica 17 novembre 2013 alle ore 16:21

Complimenti Paolo fai anche pastello...e da quanto vedo sei davvero bravo, a quanto pare siamo rimasti pochi ma buoni..bravissmo !!!! Anche gli altri quadri sono bellissimi, mi piacciono molto quelli più colorati...essendo un amante dei colori  vengo attirato dai colori !!!!!

Un caro saluto ..a presto !!!!


commento di Luchet sull'opera Direzioni liberatorie - domenica 17 novembre 2013 alle ore 17:21

Bello, bravo!


commento di Mimmo De Pinto sull'opera La notte stellata - Van gogh 1889 - domenica 24 novembre 2013 alle ore 07:34

Vedo con piacere che la tua arte spazia per tutti i generi, bravo


commento di Intarsiatore sull'opera memorie egiziane - mercoledì 04 dicembre 2013 alle ore 17:30

Ottima tecnica nel realizzare con il computer questo astratto, ben equilibrato nell'accostamento cromatico dei colori e artisticamente creativo. Complimenti e Grazie Vincenzo

Tanti Auguri per il 2014 che porti felicità e salute


commento di Il Poeta Dei Colori sull'opera Stella - venerdì 03 gennaio 2014 alle ore 08:38

 Amore più grande diventa tale se rinunci ad esso per una ragione.


commento di Robert Olankowski sull'opera liberazione di luce - sabato 09 agosto 2014 alle ore 04:11

Ho letto con attenzione la tua biografia, ma vedo che in qualche lavoro ti rifai a maestri del passato. Mi piaci di più quando sei te stesso. Comunque la tua pittura è molto interessante, bravo


commento di Damiano Messina sull'opera La notte stellata - Van gogh 1889 - venerdì 24 ottobre 2014 alle ore 09:32

Interpretazione del dipinto di Vincent Van Gogh "Campo di grano con cipressi" eseguita da me in Dicembre 2015 , olio su tela 90x70


commento di Paolo Cecchetto sull'opera Interpretazione del dipinto di Van Gogh 'Campo di grano con Cipressi' - sabato 09 gennaio 2016 alle ore 11:25
Banner pubblicitari
Sostengono IoArte
Siti Amici