Percopo

Percopo Gennaro Percopo
Avellino (AV)

Iscritto dal
02/12/2012
Categoria: Pittori

Websites: www.percopopainter.com 

Opere inserite: 20

Visualizzazioni profilo: 938

Voti ricevuti: 70 Chi ha votato?


Data di nascita: 06/01/1974
Residenza: Avellino - AV
Telefono: 3392579680


Gennaro Percopo - Avellino 1974

Ingegnere civile ambientale con attiva, innata vocazione per le attività artistiche, inizia come writer nel ’95 sui muri di Avellino dove, dopo qualche anno e diversi lavori, ottiene dal Sindaco il primo spazio autorizzato urbano con il progetto “Fantasia al Muro”: Avellino conquista il primato di città con spazi autorizzati dedicati all’Aerosol Art. L’idea ha eco nazionale, raccontata da innumerevoli articoli e pubblicazioni, anche internazionali. Si susseguono le collaborazioni, sperimentazioni, e si consolidano le partecipazioni alle attività artistico/culturali promosse dalle Amministrazioni pubbliche locali e non.

Il 2006 è l’anno in cui Percopo dà inizio al ciclo di lavori su tela con l’opera dal titolo Manicomio; sarà la prima di diverse opere, molte delle quali selezionate per mostre d’arte contemporanea, e presenti in pubblicazioni artistiche. 


www.percopopainter.com 

Internazionale ITALIA ARTE 2013 - Collettiva - Museo MIIT (TO): dal 19.3 al 26.3.2013

 

AccorsiArte (TO), Collettiva "Dinamica": dal 17 al 20.1.2013

 

Pubblicazione “Artisti Italiani Vol. II 2012-2013” Casa editrice Creusa-Cuda Editore

 

1° Biennale Internazionale d'Arte di Palermo: dal 10.1 al 3.2.2013

Pubblicazione Catalogo Ufficiale 1° Biennale Internazionale d'Arte di Palermo

 

Premio Internazionale d'Arte Nettuno 2012 - Italia in Arte. Lecce 15.12.2012

Premio Spartacus per i Diritti Umani - Università del Salento. Lecce 15.12.2012

 

Finalista alla Biennale Premio ARTEMISIA 2012 (AN): dal 16.11 al 9.12.2012

Pubblicazione Catalogo Biennale Premio ARTEMISIA 2012 - Edizione Artemisia

 

Museo Magma (CE), Collettiva “Proposte per una Collezione”: dal 20.10 al 18.11.2012
 

  • Manovrat'ore
  • Sconcerto a 4 mani
  • Contromano
  • Ave mania
  • Cascata di Mano
  • 20Mani

Commenti sulle opere di Percopo:

Numeri alla mano.
L'opera esprime la coesistenza di 2 personalità già definite in quanto tali, ognuona con un proprio io, una propria ragion d'essere; in matematica ciò può essere rappresentato da 2 differenti regole di orientamento vettoriale nello spazio euclideo: rispettivamente regola "della mano destra", e "della mano sinistra"; l'individualità di ogni mano, però, per volontà insiste in un unico riferimento generale assoluto XOY, capace di generare periodi di vita di diverso spessore e consistenza, raccontati nelle tonalità del rosa e del grigio!
Dedicato a mio fratello e Sara per il loro matrimonio.
Regalato a mamma e papà ed esposto a casa Percopo sr.
tecnica: spray e inKiostro su tela. dim. 60x60 cm.
gennaio 2012
 


commento di Percopo sull'opera Numeri alla mano - martedì 04 dicembre 2012 alle ore 10:22

"Persiste nelle opere dell’Artista Gennaro Percopo un’innata esigenza espressiva versatile in attività socio culturali che conducono a un discorso concepito secondo una logica spazio pittorico, realizzato con poetica immaginazione. Il suo eccellente talento artistico ci dà occasione di apprezzare interessanti elaborati in cui l’ ”io” creativo comunica al fruitore quel continuo soffermarsi sugli aspetti intimistici legati alla ricerca di nuovi modelli cognitivi e imbastiture concettuali che non disdegna la sperimentazione della tecnica, intesa come stimolo per la mente e appagamento per l’anima. In tutta la sua produzione pittorica si evidenzia la pregnanza dei contenuti altamente simbolica a volte con tendenza alla geometrizzazione che comunica la profondità di un animo proteso verso una dimensione trascendentale pur rimanendo legato all’attenta osservazione della realtà che lo circonda. L’Artista, infatti, interpreta i contenuti filtrandoli al vaglio della sua sensibilità, aggiungendovi i palpiti delle proprie emozioni. E’ con l’opera “Man di stelle “ che il potenziale artistico di Gennaro Percopo dà vita a una dialettica pittorica non fine a se stessa, ma di forte impatto emotivo dove le suggestioni, scaturite da una realtà tangibile ( le mani ) si intensificano in un vero e proprio caleidoscopio di stelle che ruotano per lo spazio . E tutto l’insieme suggerisce il desiderio dell’uomo di congiungersi al suo Creatore, così come ogni elemento dello spazio al centro di gravità. Un modo di far pittura che porta l’artista a distinguersi nel mondo dell’Arte Contemporanea."

 

Prof.ssa Anna Francesca Biondolillo
 


commento di Percopo sull'opera Man di stelle - martedì 04 dicembre 2012 alle ore 10:25

perfetto abbinamento con larecente scomparsa di Rita Levi Montalcini

 

gianca

 


commento di Gianca sull'opera Manipolazione genetica - sabato 12 gennaio 2013 alle ore 19:13

domanda: Ma dove stiamo andando?

risposta: Contromano!


commento di Percopo sull'opera Contromano - mercoledì 13 febbraio 2013 alle ore 13:06

Recensione Critica all’opera di Gennaro Percopo “MANICOMIO“

 

"Opera di grande effetto, luminosissime le indicazioni così come l’aspetto. Le mani, soggetto perpetuo e ricorrente anche in altre opere di Gennaro Percopo, inducono lo spettatore a ripetere il gesto mentalmente al fine di ottenere il risultato di un linguaggio che è fondamentale ed indispensabile per chi non sente e per chi non parla - altrettanto istintivo e presente nell’espressione tipica italica che con essa gesticola e da forma ai concetti, alle idee.

Le mani di Gennaro Percopo modellano l’aria, trasformandosi anche esse in ombre scolpite che separano, stringono, annientano, respingono, tagliano e indicano o forse camminano.

Gennaro nella sua opera scopre il caotico linguaggio del gesto, ci mostra la follia delle mani che come impazzite rispondono a un ordine dominato dal pensiero. Noi tutti lasciamo che danzino senza freno e talvolta senza pudore, le mani di Gennaro parlano più della parola.

Vuole segnalarci il linguaggio del nostro primo strumento e lo osserva circuendolo all’interno di uno spazio che definisce mani-comio.

Sensazionale intuizione parlare a gesti, osservare i gesti, tutto è possibile dire con le mani e per ascoltarle è sufficiente osservarle.

Gennaro ci ricorda che tutta l’Arte è un gesto e come tale va ascoltata."

 

Dott.ssa Daniela Accorsi
 


commento di Percopo sull'opera Manicomio - venerdì 22 febbraio 2013 alle ore 18:42
Banner pubblicitari
Sostengono IoArte
Siti Amici