Recitautrice

Recitautrice Paola Guarino
palermo (PA)

Iscritto dal
28/05/2011
Categoria: Scrittori

Opere inserite: 9

Visualizzazioni profilo: 1496

Voti ricevuti: 16 Chi ha votato?


Data di nascita: 20/04/1950
Residenza: palermo - PA

Io sono nata a Napoli ma ci ho vissuto pochissimo. Avevo appena sette anni quando mi sono trasferita con la mia famiglia a Palermo, città nella quale ho studiato, mi sono laureata in Scienze Biologiche, mi sono sposata, ho avuto tre figli e nella quale continuo a vivere tuttora.
E’ chiaro quindi che sono siciliana d’adozione… eppure quei primi sette anni avevano lasciato in me una traccia così profonda da fare riemergere, all’improvviso ed in maniera assolutamente inaspettata, tutta la mia napoletanità.
Per spiegare come ciò sia avvenuto devo fare un breve accenno a mio padre… uomo straordinario, coi pregi ed i difetti di tutti gli uomini, per carità, ma dotato di grande carisma, di un carattere forte ed autoritario :un uomo nato per comandare e per vincere!
Intelligente ed abile nel lavoro, affascinante e raffinato nella vita sociale, mio padre incarna lo spirito più genuino del napoletano verace… coi suoi pregi ed i suoi difetti!
Testardo e fatalista, stressandosi, lavorando e fumando oltre il dovuto, si è causato gravi problemi di cuore. Più volte si è ridotto in fin di vitata ma malgrado ciò non si è mai voluto curare, anzi ci scherzava su dicendo: “Non vi preoccupate pecchè o Pateterno non mi vuole…appena mi vede arrivare mi manda ‘ngopp’ a terra ‘n ata vota!” Così, nell’Aprile del 1997, ha avuto un brutto infarto, anche questa volta si è ripreso però è stato a lungo in rianimazione.
Mentre era ricoverato gli ho comprato un libro sul cuore nella speranza che leggendosi la meccanica cardiaca si desse una regolata. Però, prima di portarglielo ho pensato di scrivergli una dedica e così, sotto la spinta emotiva dell’immenso amore che ho sempre nutrito per lui, con l’animo colmo di ansia, preoccupazione, speranza, ho cominciato a scrivere.
Ciò che ne è venuto fuori ha stupito tutti e principalmente me stessa… avevo scritto una poesia, la prima in tutta la mia vita, in versi napoletani!!!
E’ stato proprio così che ho scoperto di essere in grado di esprimere i sentimenti in versi… e da quel momento non mi sono fermata più.
Nel Dicembre del 1997 ho pubblicato “CO TUTT’ O CORE” e la poesia che apre questa silloge è appunto “O CORE”, cioè quella famosa dedica in cui non più la figlia, ma il suo stesso cuore chiedeva al “Marchese Guarino” un po’ di riposo per potere sopravvivere.
Nell’Aprile del 2001 è uscita la seconda raccolta dal titolo “CO’ NAPULE INT’O CORE” e sto scrivendo ancora tante, tante altre poesie.

www.paolaguarinomartorana.it
 

  • La Secessione
  • Mia Figlia
  • preghiera
  • L'Ombrello
  • A Mamma
  • raccolta 1°

Commenti sulle opere di Recitautrice:

 poesia bella e divertente.

Complimenti


commento di Ettore Gravante sull'opera La Secessione - domenica 29 maggio 2011 alle ore 09:34

Sei davvero fenomenale. Questa tua poesia è di una bellezza rara. C'è tanta musicalità. E in più c'è una napoletanità antica,  che secondo me è la vera napoletanità  ... la napoletanità autentica, quella atavica e che oramai non esiste più ...  Nella tua poesia non c'è banalità, non c'è volgarità, c'è serietà e amore per la vita, perchè vedi ....  la vita e l'amore sono una cosa seria.


commento di Arcangelo Delfino sull'opera La Secessione - domenica 29 maggio 2011 alle ore 11:42

TU SI'  N'ARTISTA RANDE (tu sei una grande artista e una grande madre ovviamente)


commento di Arcangelo Delfino sull'opera Mia Figlia - domenica 29 maggio 2011 alle ore 13:39

sono tutte poesie "vere" e bellissime.

C'è tanto amore  e tanta spiritualità  nelle parole che compongono questi versi.

Auguro alla poetessa di produrre ancora simili "perle"


commento di Ettore Gravante sull'opera preghiera - lunedì 30 maggio 2011 alle ore 18:32

Che ti devo dire ? Hai la capacità di farmi emozionare veramente e ti assicuro che le pillole di saggezza che profondi nelle tue poesie mi lascia davvero estasiato.


commento di Arcangelo Delfino sull'opera preghiera - lunedì 30 maggio 2011 alle ore 18:40

Hai l'abilità di farmi commuovere. Sei fantastica. Sai parlare al cuore. Regalaci altri gioielli come questo. Ma quanto ami tu, dimmi, e che  mamma bellissima hai, che ti  indotta a scriverele questo capolavoro di poesia ?


commento di Arcangelo Delfino sull'opera A Mamma - martedì 31 maggio 2011 alle ore 21:00

Stupenda: saggezza, fantasia ed autoironia  sono pervase  da una musicalità  (senza dubbio favorita dall'idioma napoletano)  che rende fluida e gradevolissima  la lettura di questa magica fiaba.


commento di Arcangelo Delfino sull'opera la creazione della donna - martedì 31 maggio 2011 alle ore 23:52

stupenda , semplicemente stupenda e qui mi fermo per non rovinarne l'incanto


commento di Arcangelo Delfino sull'opera L'Ombrello - mercoledì 01 giugno 2011 alle ore 02:29

splendida composizione dedicata ai genitori.

Poesia piena d'amore e di riconoscenza.

BRAVISSIMA!!


commento di Ettore Gravante sull'opera nozze d'oro - mercoledì 01 giugno 2011 alle ore 21:07
Banner pubblicitari
Sostengono IoArte
Siti Amici