Romanob

Romanob Romano Bulgari
Campogalliano (MO)

Iscritto dal
22/09/2009
Categoria: Pittori

Websites: RomanoB on Facebook 

Opere inserite: 13

Visualizzazioni profilo: 2822

Voti ricevuti: 52 Chi ha votato?


Data di nascita: 29/08/1959
Residenza: Campogalliano - MO
Telefono: 059527470


La pittura di Romano B rivela vicende del mondo
la Gazzetta di Modena — 24 dicembre 2009   pagina 21
di Michele Fuoco  

Alla pittura è pervenuto due anni fa. Ma altre forme d’arte, come la fotografia, il disegno, la grafica, la scultura, il cinema, hanno fatto parte, in passato, della sua creatività. E l’immagine fotografica, il design, l’architettura (studi in questa disciplina all’Università di Firenze; ha ristrutturato, durante il servizio militare, immobili militari a Bologna) e le soluzioni multimediali hanno sostenuto, e sostengono ancora in parte, la sua attività legata alla comunicazione, per efficaci progetti di strategia nel “marketing”. Esperienze esaltanti che contaminano le opere presentate da Romano Bulgarelli (in arte “RomanoB”), fino al 31 gennaio, a Campogalliano, nello spazio civico di piazza Castello. Per questo il suo “fare pittura”, che egli scopre come antica vocazione, non si riduce al solo impiego del colore, ma spazia in altri campi, cercando intrecci con diverse forme di linguaggi, modelli culturali e di materiali persino poveri. In questo senso la sua opera si immette nelle ricerche contemporanee che mirano a coniugare differenti discipline e saperi, anche tecnologici. Inoltre non c’è rinuncia a “citazioni” di celebri maestri; come Bacon (bacio tra il russo Breznev e il tedesco Honecker, nel 1979); a Munch “tradotto”, in termini concettuali, attraverso “Munch scream chamber”, con apparecchiature (plexiglass, filati in seta, loudspeaker, amplifier, MP3), anche sonore; alla “Pop Art” per l’omaggio, con significati particolari, a Marylin Monroe. Alla varietà di temi corrispondono molteplici soluzioni espressive, in un connubio di tradizione e innovazione: da scene tragiche (croce, un’immagine di “Life”, anni 70, durante la guerra del Vietnam), alla sofferenza dei bimbi e al disagio degli immigrati; da motivi politici, affrontati con ironia (la vedova di Bin Laden, Mussolini e Hitler), a simboli religiosi; dalle conquiste dell’uomo (primo passo sulla luna), a impianti scenici con strutture di malizia.
 

Biography

Born on the end of 50thies, August 29, 1959 to be precise. A "virgin" in the zodiac, a vampire in the life. He begin to paint the wall near his bed when he was 4yo, in a precise perspective, very seldom at that small age. He continue to copy the great masters, like Caravaggio, Leonardo, Michelangelo. At twelve years he created 72 drawings about human body's anatomy, like Dr. Netter (ndr: a master to illustrate the human body for medicine and surgery) did in his life. He wanted to be a MD too, but his father wanted him to be an engineer... that he never become.
After is a movie: three wifes, four sons, much loves but also much delusions. Everytime unsatisfyed by life and people of this centuries, he is searching something but he doesn't know what. An utopist and idealist that has studied architecture in Florence, begun an officier of the army, and during his first role he restored half of the military buildings in the center of Bologna, Italy, where he worked in the Work Direction of Military Genio. He made freelance till 1988, when he created an image and communication company: Arts & Business Co. that in ten years acquires some important multinational companies allover europe, specialized in colour and related areas, and in the real estate contract.
After a deep disease, recovered completey, he opened the "dream drawer", beginning to dedicate his life to his native passion: the art.
Today he make sculptures, installations, paintings, photographs and art movies in 16mm: in 2007 he wrote a screenplay: "white wish rose", on Kodak negatives, that is at half edit step.
His work is a revealing of his awkward, to have lose so much time far from artistic life: the only possible!

  • C'ERAVAMO TANTO AMATI
  • I cinque sensi
  • I HAVE SEEN WHAT YOU DID...
  • WE DON'T FORGET WHO WE ARE AND WHERE WE COME FROM
  • Fammi Godere
  • Don't abuse of barbiturics

Commenti sulle opere di Romanob:

La tua Arte è ciò che amo di più, che va al di la della tecnica per lanciare un messaggio. Immersa nel proprio periodo storico sembra un grido che da fastidio, uno schiaffo che ti risveglia ! I temi sono veramente forti, purtroppo è cio' che stiamo vivendo...

Sono veramente toccato, grazie.


commento di Luigi Pilone sull'opera RESET - mercoledì 23 settembre 2009 alle ore 08:51

Condivido  il concetto e penso anche che la sua rappresentazione sia degna di nota.


commento di Sergio Davanzo sull'opera LA FINE DELLA FUNE - mercoledì 23 settembre 2009 alle ore 10:17

Perfetto!


commento di Sergio Davanzo sull'opera BIN LADEN'S WIDOW - mercoledì 23 settembre 2009 alle ore 10:18

"Chi non conosce la storia sarà costretto a riviverla" ovviamente la frase non è mia l'ho postata poichè la trovo pertinente a questo ed ad altri pezzi tuoi qui in mostra.


commento di Sergio Davanzo sull'opera KISS ME BABY - mercoledì 23 settembre 2009 alle ore 10:21

divertente e drammatico come l'oggi (?)


commento di Lovatot sull'opera RESET - mercoledì 23 settembre 2009 alle ore 16:24

simpatico questo:)

 


commento di Rita Renny sull'opera KISS ME BABY - mercoledì 23 settembre 2009 alle ore 19:23

io non avrei mai dipinto i loro volti, secondo me non lo meritano!!! apparte la disapprovazione di questi 2 volti, COMPLIMENTI X LE SUE OPERE!


commento di Liviana sull'opera C'ERAVAMO TANTO AMATI - sabato 26 settembre 2009 alle ore 18:28

qUESTO è QUELLO CHE PREFERISCO! APPENA L'HO VISTO MI SI E MESSO UN MAGONE IN GOLA, E L'ARTE HA IL COMPITO DI ESPRIMERE EMOZIONI, DALLE PIU BELLE ALLE PIU TRISTI!!!! è UNO SPETTACOLO!


commento di Liviana sull'opera RESET - sabato 26 settembre 2009 alle ore 18:31

Hai ragione Liviana, purtroppo non potevo eludere questi due personaggi dal mio percorso di protesta per scuotere le masse, non puoi negare che siano una grande icona della follia del XX secolo.  Grazie per i tuoi commenti... anch'io prediligo RESET


commento di Romanob sull'opera C'ERAVAMO TANTO AMATI - sabato 26 settembre 2009 alle ore 23:21

Complimenti, notevole!


commento di Sergio Davanzo sull'opera Signa Rerum Futurarum - giovedì 31 dicembre 2009 alle ore 16:07
Banner pubblicitari
Sostengono IoArte
Siti Amici