Musicorum spectacula

Musicorum spectacula Segnalato da Soqquadro

Soqquadro

Categoria: Mostre

Data: dal 12 giugno 2010 al 25 giugno 2010

Indirizzo: Vista Arte e Comunicazione via Ostilia 41 (Colosseo) - Roma

Provincia: Roma

Orario di apertura: dal lunedì al venerdì 14.00/19.30, sabato 17.00/19.30

Come arrivare: metro B fermata Colosseo

Referente: Alexander Jakhnagiev

Per informazioni: 06.45449756


Sabato 12 giugno 2010 si inaugura alle ore 19.00 presso la galleria Vista Arte e Comunicazione in via Ostilia 41 (Colosseo) a Roma, la mostra Musicorum Spactacula dell’artista Massimo Brani. La mostra è curata da Anna Paglia.

DURATA: dal 12 al 25 giugno 2010
INAUGURAZIONE: sabato 12 giugno ore 19.00
ORARI: dal lunedì al venerdì 14.00/19.30 – sabato 17.00/19.30
LUOGO: Vista Arte e Comunicazione
INDIRIZZO: via Ostilia 41 (Colosseo) - Roma
CURATRICE: Anna Paglia
INFO: tel. 06.45449756 www.artemetamorfosi.it

Massimo Brani, la Musica, la Pittura
Due tra le Arti Regine, entrambe hanno la stessa origine dal profondo dei sentimenti e dagli stati d’animo, si materializzano attraverso la perizia manuale (o comunque fisica) dell’artista, vengono percepite dai due sensi più preziosi e sofisticati l’Udito e la Vista.
Massimo Brani, con la sua pittura ci ha da tempo abituati a proporci risultati e soluzioni di temi diversi, come il Tango , l’Africa ecc. Ora è la volta della Musica, che sarebbe materia estremamente complessa, se non volessimo limitarci a riferimenti iconici e attributivi diretti, ma andassimo a scavare nel suolo fertilissimo della storia e della mitologia.
Nel mondo antico la Musica era la preferita tra tutte le Arti, arte privilegiata e oggetto di riflessioni filosofiche. Era posta sotto la protezione diretta di Apollo e comprendeva varie forme di canto e di poesia: lirica, tragica, epica, erotica ecc. Gli strumenti si limitavano all’accompagnamento del canto ed si limitavano alla lira e al flauto. In seguito si sviluppò la musica strumentale che era di competenza di due divinità minori, Olimpo che per primo sostenne la validità della musica senza il canto, e Lino, inventore del ritmo e della melodia, quindi dei fondamenti della musica moderna, ma soprattutto delle corde per la lira in budello animale.
La Pittura, fino al Rinascimento, era considerata un mestiere, non un’arte e, come tale, meno nobile della Musica. Ma altrettanto utile, se è vero, come è vero, che fino dalla più remota antichità, sono moltissimi i pittori che hanno usato questo loro “mestiere” per illustrare la Musica e i suoi attributi. Massimo Brani è uno degli ultimi artisti in ordine di tempo, ad avere affrontato questo tema, ma non per questo, meno bravo e ispirato da quell’arte nobile dalle radici antichissime.
Emanuele Filini

 



Segnala errore

Cerca eventi

Tipo   Prov.

Per poter commentare gli eventi devi essere un utente di IoArte!

Se sei un utente iscritto a IoArte devi prima effettuare il login!
Altrimenti iscriviti a IoArte, l'iscrizione è veloce e completamente gratuita.

Banner pubblicitari
Sostengono IoArte
Siti Amici