Aldo Calò Gabrieli

Aldo Calò Gabrieli Aldo Calò Gabrieli
Bari (BA)

Iscritto dal
31/03/2014
Categoria: Scrittori

Websites: Facebook  IBS 

Opere inserite: 1

Visualizzazioni profilo: 609

Voti ricevuti: 0


Data di nascita: 13/08/1988
Residenza: Bari - BA

Aldo Calò Gabrieli (1988) è un neolaureato in Scienze Filosofiche presso l’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro” con una Tesi dal titolo «L’esperienza della poesia come custodia dell’essere in Martin Heidegger», dopo aver conseguito nel 2011 la Laurea Triennale in Filosofia con la votazione di 110/110 e lode, mediante una Tesi sul teatro dal titolo «Il tragico e la tragedia in Schopenhauer» (entrambe le Tesi relazionate dal Prof. Costantino Esposito), e nel 2007 la maturità classica. Dal 2007 al 2009 ha studiato presso la Scuola di Teatro di Bari diretta da Flavio Albanese con Terry Vallarella e Alberto Bellandi. Ha frequentato vari stage e seminari teatrali con Oscar De Summa (2013), Annabella Cerliani (BIF&ST 2012), Graziano Piazza (2011), Laura Pasetti, Susanna Beltrami ed Enrico Marcotti (2010/2011), Maricla Boggio (BIF&ST 2011) e con Flavio Albanese e Marinella Anaclerio (2009 e 2010). Ha lavorato, tra gli altri, in qualità di attore con Flavio Albanese nella riscrittura dei «Sei personaggi in cerca d’autore» dal titolo «Si recita a soggetto, ciascuno a suo modo, come vi pare» (2008/2009), con Irene Noli, in occasione del Festival di Regia Teatrale Premio Fantasio Piccoli 2010, ne «Il sogno di Bottom», riscrittura di «Sogno di una notte di mezza estate», presso il Teatro del Cerchio di Parma, e con Laura Pasetti nel «Giulio Cesare» (2011), messo in scena presso il Teatro Franco Parenti di Milano e la Società Filodrammatica Piacentina; in qualità di mimo presso il Teatro Petruzzelli di Bari con Federico Tiezzi nell’opera «Lo stesso mare» (2011), tratta dall’omonimo romanzo di Amos Oz, e con Mario Martone nel «Don Giovanni» (2012); in qualità di assistente alla regia con Maurizio Pellegrini in «Io parlo napoletano, scusate…» sul teatro di Eduardo De Filippo (2013). Dal mese di ottobre 2013 ricopre la mansione di coordinatore dell’organizzazione e di responsabile dei progetti formativi presso la Rassegna Teatrale e Culturale “Teatro Bravòff” di Bari, diretta dal regista Stefano Murciano e dall'attrice Mariapia Autorino. Ha pubblicato tre raccolte di poesie e pensieri: «Primi passi (nei sentieri dell’anima)» (2006) e «Scenari sbiaditi, frammenti di cuore» (2008), entrambe per la WIP Edizioni di Bari, e «Ciò che resta» edito dalla FaLvision di Bari (2012), con CD musicale (le cui musiche originali sono state composte e realizzate da Claudio Ciaccioli, Riccardo Rinaldi e Andrea Casale) e multimediale (l'animazione e grafica interna è affidata a Claudio Ciaccioli). Nel marzo 2014 quest'ultima, "Ciò che resta", in occasione della VI edizione del Premio Letterario Osservatorio di Bari, vince, oltre ad una Manzione Speciale, il Premio Speciale "Vittorio Bodini", di cui nel 2014 si celebra il centenario dalla nascita. Nel dicembre del 2012 l’Aletti Editore e la Rivista Orizzonti di Roma hanno pubblicato nell’antologia «Verrà il mattino e avrà un tuo verso – edizione X» una sua poesia dal titolo «Nel nostro respiro».

  • Ciò che resta
Banner pubblicitari
Sostengono IoArte
Siti Amici