Giulio Massari

Giulio Massari Giulio Massari
Napoli (NA)

Iscritto dal
17/10/2014
Categoria: Pittori

Opere inserite: 31

Visualizzazioni profilo: 1110

Voti ricevuti: 73 Chi ha votato? Sono socio dell'Associazione Culturale IoArte


Data di nascita: 24/03/1948
Residenza: Napoli - NA
Telefono: 3313456368


Artista pittore napoletano di vecchia data, nato a Napoli il 24 marzo 1948..... grazie a qualcuo nel pieno della vita creativa con studio in Napoli. Una vita dedicata alla Pittura e annessi da autodidatta infatti tutto quanto realizzo è farina del mio sacco, ma ciò che più mi piace è il fatto che fino a qualche tempo fa la voglia, l'imput creativo era sempre forte e l'ansia per la realizzazione di ciò che avvertivo prorompente dal profondo del mio spirito era frequente. Ora questa dolce esperienza si manifesta meno forse a causa delle contigenze esistenziali. Non sono mai stato un gran produttore di opere, per quanto mi sia capitato di eseguirne anche due o tre in parallelo, ma una mia regola è stata da sempre il dipingere solo ciò che sento oltre a soggetti per esigenze di studio e ricerca al fine d'individuare un percorso che mi si confacesse per esprimere al meglio il mio essere sempre in relazione alla funzione primaria dell'Arte, ossia il dialogo, il comunicare col fruitore, l'uomo quale obbiettivo di ogni attività umana.  Certamente ho partecipato a tantissime manifestazioni collettive, raccogliendo qua e là qualche soddisfazione e riconoscimento, di cui ho smarrito documenti e attestazioni cartacee tranne quando mi hanno consegnato coppe e targhe; fino a che mi ha preso la noia dovuta al ripetersi dello stesso copione, ci sono tanti impresari d'arte più o meno improvvisati ai quali interessa solo lucrare, senza parlare poi dei critici quasi sempre abili venditori di parole. Ho notato con piacere e curiosità che molti iscritti redigono lunghi elenchi di premi, manifestazioni, concorsi a cui hanno partecipato e ammirando o necessariamente contemplando le loro opere, sicuramente interessanti e tanta parte da studiare e imitare per stile, metodo e padronanza cromatica, mi chiedo se un'ipotetica empatia reciproca possa dar vita ad un'ideale spirito di corporazione tale che si possa parlare di compatezza di categoria a fronte di una stentata partecipazione del profano sebbene amante dell'Arte... (continua)

  • Paesaggio
  • Il Papa
  • Sensazione cosmica
  • Composizione con zucca
  • Studio d'interno con modelle
  • L'accoppiamento

Commenti sulle opere di Giulio Massari:

L'eterna dicotomia degli opposti vita-morte, libertà-costrizione ecc sono cardini intorno ai quali gira l'esistenza dell'uomo e questa condizione è dovuta al limite cognitivo spazio-temporale. L'uomo ama la libertà per essa si sacrifica fino a morirne, intanto tendenzialmente coercizza, imprigiona, limita, uccide quando si tratta di difendere le proprie idee, il proprio credo, la proprietà o il possesso presunto tale. Ciò accade anche nel vivere quotidiano come per esempio, per il proprio paicere ingabbiare uccelleti, trattenere cani o tentare di coltivare piante e fiori, cosa a prima vista semplice ma che col tempo  non da buoni risultati e la pianta muore, la floricultura per hobby o passione esige dedizione senza fine perchè anche quella vegetale è vita. In questo bassorilievo si vuole evidenziare lo stato di abbandono di una pianta costretta nel suo vaso, tanto che facendo appello alle estreme energie erompe dal vaso che la trattiene e istintivamente si allunga verso la radice rigogliosa dell'albero che, libero, germoglia felicemente.

Dipinto eseguito su tela con evidenziazione tramite tecniche varie del vaso, dell'albero e delle radici che il fruitore può condividere anche tangibilmente per provare sensazioni quasi di partecipazione alla sofferenza della pianta.


commento di Giulio Massari sull'opera Alla ricerca dell'energia vitale - domenica 19 ottobre 2014 alle ore 13:48

Religione, guerra, proprietà sono secondo me le matrici profonde del nostro essere. La cellula uomo germogliata dalla favorevole combinazione chimica e biologica di elementi in un ambiente primordiale idoneo dal punto di vista climatico, si è evoluta nel tempo. La paura dell'ignoto suscitò il bisogno di Dio, il diritto di alimentarsi obbligò anche alla lotta che la scoperta della clava degenerò in guerra e possibilità di autodifesa, la stessa possibilità di difesa suggerì e diede impulso alla possibilità di crearsi dei confini entro i quali il vicino non doveva entrare se non a rischio della vita. Il concetto di proprietà è la conseguenza non naturale di un istinto di autoconservazione coadiuvato dalla liceità per assenza di leggi all'uso della violenza e coercizione.

Bossorilievo su tavola (50x90) eseguito con tecniche miste e tempera.


commento di Giulio Massari sull'opera Antropologia - lunedì 20 ottobre 2014 alle ore 21:44

 Quello che scrivi è interessante. Si potrebbe ricavarne un articollo dal titolo:  LO STRESS DELLA PIANTA NEL VASO. Immagino che stai scaricando le tue opere qui in IoArte. Le guarderò con interesse. Quando arrivi a 30 opere farò, con quelle e col tuo permesso, un video su YOUTUBE.

iL VIDEO LO UNIRO' AD UNA RECENSIONE E PUBBLICHERO' IL TUTTO IN NETEDITOR.
Naturalmente il video te lo regalerò. Se vai nel mio profilo vedi l'elenco dei filmati che ho realizzato e che ho regalato ai soci di IoArte. Naturalmente trovi i nomi dei pittori.

commento di Mario32 sull'opera Alla ricerca dell'energia vitale - martedì 21 ottobre 2014 alle ore 19:40
Ciao,carissimo Giulio, ho votato questa tua bellissima opera perché mi ispira romanticismo e femminilita' con uno splendido contorno romantico della notte, io amo il mare e trovo stupendo le sfumature di colore che hai saputo dare alla tua opera. Complimenti Giulio. Ciao, Renato. se vuoi visitare il mio sito www.renatomericco.com in facebook puoi vedere la mia pagina Arte Galleria Arte.
commento di Renato Mericco sull'opera Sogno - lunedì 03 novembre 2014 alle ore 21:27

 Caro Giulio, in questa tua opera ho visto una composizione originale e molto armoniosa, Nel dipinto si vede "il tocco" del grande professionista che ti distingue.


commento di Mario40 sull'opera Composizione con zucca - mercoledì 12 novembre 2014 alle ore 22:41

Sono stato colpito da quest'opera dalla delicatezza del colore che conferisce al dipinto un'atmosfera molto gradevole ed allo stesso tempo misteriosa.


commento di Mario40 sull'opera Sole - mercoledì 12 novembre 2014 alle ore 22:45

E' da tempo che penso di realizzare raffigurazioni su soggetti evangelici tra i quali Le Beatitudini mi tocca particolarmente. Questo è un semplice studio preparatorio senza pretese anche perchè a disposizione attualmente ho solo il pc, i pastelli e i gessetti, ma non ho cavalletto nè studio nè casa per trasferimento e quindi tantomeno il raccoglimento necessario. Fortunatamente il mio pensiero è "libero" e tra un impegno e l'altro cerco l'ispirazione giusta. Chissà se chi mi visita mi possa aiutare con commenti sulle opere e qualche consiglio che mi aiuti a scoprire aspetti che mi sfuggono.


commento di Giulio Massari sull'opera Il discorso della montagna: le beatitudini (studio) - giovedì 13 novembre 2014 alle ore 17:45

L'abile mano dell'artista ha saputo creare un immagine gradevole e delicata partendo dalla realtà molto scarna di una sala d'aspetto vuota. I due giovani che guardano verso gli ampi spazi vuoti probabilmente stanno pianificando la loro vita futura in comune. Un opera che suscita in me sentimenti di tenerezza e trasmette un invito a pensare al futuro con tranquillità e senza paure .

.  


commento di Mario40 sull'opera Alla finestra - sabato 15 novembre 2014 alle ore 14:57
Banner pubblicitari
Sostengono IoArte
Siti Amici