Paola Marangon

Paola Marangon Paola Marangon
Zero Branco (TV)

Iscritto dal
18/01/2009
Categoria: Pittori

Websites: Paola Marangon 

Opere inserite: 9

Visualizzazioni profilo: 3296

Voti ricevuti: 55 Chi ha votato?


Data di nascita: 07/11/1956
Residenza: Zero Branco - TV
Telefono: 0422345081


PAOLA MARANGON nata a Treviso nel 1956, vive e opera a S.Alberto di Zero Branco (TV)

autodidatta ha all’attivo numerose mostre tra cui: Treviso, Udine, Vicenza, Padova, Venezia, Lucca, Roma.

Sulla sua opera hanno scritto su quotidiani e riviste: S. Bolzan, O. Campigli, V. Cracas, D. Guerra, V. Magno, R. Nesi, G. Niero, L. Pianca, P. Rizzi, O. Stefani.

 

Giudizi critici:

«…una luce chiara avvolge i volumi di una natura silenziosa; oltre il tempo nello spazio misterioso dell’arte essa vive una seconda vita e i colori si accordano con i bianchi splendenti: fiori, frutti, vasi, bottiglie diventano poetiche figure umane, parlano tra loro...

…le distese dei campi e case innevate; il verde tenero delle primavere, il colore della luce estiva e il giallo dorato dell’autunno». (Ottorino Stefani)

 

«…dolcezza di toni, armonia costruttiva, freschezza di tocco unita ad una lucida compostezza formale. Questi i dati che emergono immediatamente nella sua arte che interpreta finemente le suggestioni della natura con il rigore della forma e allo stesso tempo con l’entusiasmante esperienza istintuale del colore. Questo felice connubio viene condotto con coerenza attraverso l’interpretazione dei temi visti e amati rivisitati con un animo che esalta la bellezza del soggetto». (Gabriella Niero)

 

«…con il suadente gioco delle luci che “accendono e smorzano” le volute tonalità delle ricercate ed amalgamate mescole cromatiche, Paola Marangon “accorda” la dolcezza stemperata in una armonica e naturale composizione con il rigore della forma nelle distese campiture sia nella rappresentazione dei verdi campi, delle innevate case, degli usati oggetti,della rigogliosa o deperita frutta, delle cose di ogni giorno; di esse riesce ad evidenziare gli aspetti che comunicano la malia per i suscitati ricordi, per gli inespressi desideri, per le assonanze fantastiche od oniriche.

I colori dei fondi ne stagliano i primi piani e conferiscono rilievi plastici che fanno emergere, in quanto rappresentato, illusorie volumetrie rese quasi palpabili.

E’ la sua una sinfonia tonale che per l’esperienza maturata riesce a trasmettere ed a far percepire una crescente montata di pulsanti emozioni: sono quelle che permettono alla fruizione di far intravedere l’inconsueta vitalità delle sue “nature morte”». (Vito Cracas)

  • DOPO IL FESTINO
  • Vecchi Recipienti
  • Ciliege
  • L'autunno ammanta le colline
  • Appesi
  • LASCIATI PER DISTRAZIONE

Commenti sulle opere di Paola Marangon:

Complimenti!!!


commento di Rayart sull'opera DOPO IL FESTINO - lunedì 23 febbraio 2009 alle ore 00:09

Sei molto brava

Un commento sincero

Samirè


commento di Samire' sull'opera DOPO IL FESTINO - mercoledì 21 ottobre 2009 alle ore 21:13

Stupendo !


commento di Arcangelo Delfino sull'opera Recita di un burattino - sabato 09 aprile 2011 alle ore 20:50

Davvero bellissimi questi colori!


commento di Arcangelo Delfino sull'opera APPOGGIATI SUL RITAGLIO DAMASCATO - sabato 09 aprile 2011 alle ore 20:51

Molto elegane: belle le trasparenze dei vetri !


commento di Arcangelo Delfino sull'opera DOPO IL FESTINO - sabato 09 aprile 2011 alle ore 20:51

Errato-corrige: Molto elegante: belle le trasparenze  dei vetri!


commento di Arcangelo Delfino sull'opera DOPO IL FESTINO - sabato 09 aprile 2011 alle ore 20:52

veramente bravisssssssssima  ciao luciano


commento di Pittore Della Strada sull'opera Appesi - domenica 25 settembre 2011 alle ore 20:53
Banner pubblicitari
Sostengono IoArte
Siti Amici