Viaggio nell'arte :dall'armenia alla nuova zelanda

Viaggio nell'arte :dall'armenia alla nuova zelanda Segnalato da Arpinè Sevagian

Arpinè Sevagian

Categoria: Mostre

Data: dal 15 aprile 2011 al 30 aprile 2011

Indirizzo: via Plinio 46

Provincia: Milano

E-mail: arpynukka@alice.it


Viaggio nell'arte: dall'Armenia alla Nuova Zelanda
LABORATORIO SPERIMENTALE ARTI VISIVE
Via Plinio 46, Milano (MI) • 16:30 - 19:00


Galleria Laboratorio Sperimentale per le Arti Visive,
con l'Associazione Culturale Artantis (www.artantis.org)
presenta:

Venerdi 15 Aprile,ore 18,30,via Plinio 46,Milano 20129

"Viaggio nell'arte: dall'Armenia alla Nuova Zelanda"

5 artisti che lavorano all'insegna del viaggio, 5 culture e linguaggi diversi accomunati da un'unica volontà : sperimentare nuovi linguaggi. Dal paesaggio come per un gran tour alla natura mistificata,dalla figurazione alla pura astrazione alla pittura iperrealista .
Vito Esposito, Francesca Proto, Piera Bessone, Arpinè Sevagian, Francesca Roehlecke.

Mostra D'arte contemporanea
presso la Galleria Laboratorio Sperimentale per le Arti Visive

Sito in via Plinio,46 (ZONA CITTA'STUDI)
Per info: VALERIA MODICA 328/4740301 – E.mail: valeria.valeria1967@libero.it

vernice:15 Aprile 2011,ore 18,30 la mostra proseguirà fino al 30 Aprile è aperta tutti i giorni
dalle 16,30 alle 19,00, il sabato su appuntamento.


FRANCESCA ROEHLECKE
L’artista, di origine australiana, ha esposto in varie gallerie in Europa, in America, in Australia, lavora sia sulla figurazione sia sulla natura, realizzando opere di tipo astratto.
“Spesso – scrive nel suo manifesto – la natura e le persone vengono riprodotte nella mia pittura, che utilizza forme vicine alla realtà ma che nel contempo si astraggono dalla realtà.”
La pittura di Francesca R. è caratterizzata da forme pure sintetiche che ci riportano ad un mondo fantastico e all’idea fiabesca di una coppia romantica che si perde nello spazio infinito. I colori sono leggeri, quasi filtrati, grandi ali di farfalla avvolgono le figure come in una metamorfosi si perdono verso l’infinito. Il trinomio uomo-donna-farfalla caratterizza tutta la sua produzione.


ARPINE’ SEVAGiAN
E’ un’artista di origine Armena, nata in Italia, vive e opera a Roma. I suoi studi artistici le hanno permesso di ottenere ottimi risultati nella pittura e nella scultura. Si definisce un’artista figurativa attenta conoscitrice delle tecniche pittoriche, ha curato nei dettagli figure umane con una minuzia quasi fotografica. Volti e figure, bambini con abiti del folclore turco popolano la sua pittura, che non trascura quindi l’ambientazione e la sua provenienza culturale. Piccoli grandi quadri con tratti simbolici e allegorici che ci riconducono alle antiche storie della sua Terra. L’artista inoltre ha allargato le sue conoscenze a una visione contemporanea lavorando anche sulla video-arte.

VITO ESPOSITO
Studente di Nicolas de Corsi, pittore di fine Ottocento, paesaggista legato fortemente alla sua terra d’origine, che ha ispirato il pittore Vito Esposito il quale ha proseguito i suoi studi sul paesaggio fino ai nostri giorni. La pittura di Vito Esposito, pittore paesaggista, può definirsi una pittura senza tempo che ci racconta dei paesaggi di mare delle vecchie case, della vita, dei porti e non solo.
Da un punto di vista stilistico si può definire fortemente influenzato dalla pittura fine Ottocento con un legame evidente all’impressionismo francese. Le pennellate accostate, pastose, dai cromatismi naturali caratterizzano la produzione dell’artista. Vito Esposito è da tempo un noto esponente della pittura paesaggistica legata al paesaggio marino.

FRANCESCA PROTO
Quello di Francesca Proto è un processo di imitazione estetica. Seguendo una personale ricerca approda al mondo della figurazione con evidenti richiami al mondo dell’astrazione e alla stilizzazione delle forme.

PIERA BESSONE
La pittrice Piera Bessone dopo un lungo percorso figurativo è approdata al mondo dell’astratto-materico creando una tecnica molto personale dai forti cromatismi e di natura segnica. Grandi paesaggi stilizzati e creati con pochi segni ci conducono verso sentieri vivaci dai toni travolgenti. Come in un paesaggio struggente dello Strum-und-Drang natura sofferta e graffiata che si anima di linee fino a staccarsi dalla realtà e a diventare pura astrazione informale come in un paesaggio di Jackson Pollock.

 



Segnala errore

Cerca eventi

Tipo   Prov.

Per poter commentare gli eventi devi essere un utente di IoArte!

Se sei un utente iscritto a IoArte devi prima effettuare il login!
Altrimenti iscriviti a IoArte, l'iscrizione è veloce e completamente gratuita.

Banner pubblicitari
Sostengono IoArte
Siti Amici