Similar

Similar Ilario Simonetta
Ala di Stura (TO)

Iscritto dal
14/06/2012
Categoria: Scultori

Opere inserite: 5

Visualizzazioni profilo: 965

Voti ricevuti: 33 Chi ha votato?


Data di nascita: 21/02/1936
Residenza: Ala di Stura - TO

Scultore autodidatta dal 1967.

Scolpisce indifferentemente sia il legno che la pietra. Predilige scolpire soggetti di carattere mitologico, medievale e del mondo della fantasia.

Militare di carriera dal 1954 al 1984, ha partecipato, in tale periodo, a sette mostre di arte varia nelle città di Fossano, Torino, Palazzo reale di Torino, Novi Ligure, Pinerolo, Alessandria e Ravenna.

Nelle suddette mostre si è classificato cinque volte per il primo premio e due volte per il secondo.

Primo classificato al Castello Sforzesco di Milano.

Ha partecipato con un'opera al concorso di arte sacra di Roma in occasione dell'anno Santo 1975.

E' autore dei crest della Divisione "Cremona" di Torino e del 7° reggimento di Artiglieria di Torino.

E' autore delle sculture in bronzo presso il monumenro della Camerlona di Ravenna per il "Gruppo di Combattimento "Cremona".

Collettiva a Pinerolo nel 1982.

Secondo premio al concorso a Cantoira (Valli di Lanzo) nell'anno 2004.

Partecipazione al concorso "polena proibita" a Pisa anno 2006.

Partecipazione al concorso "polena proibita" a Venezia e Valencia (spagna) nell'anno 2007.

Secondo premio per il concorso bastoni di montagna ad Ala di Stura (Valli di Lanzo) nell'anno 2006.

Mostra colletiva a Palazzo Opesso a Chieri nell'anno 2007.

Partecipazione concorso a Rivoli per "Trucioli d'artista" nell'anno 2008.

Personale nell'anno 2008 ad Ala di Stura (Valli di Lanzo).

Partecipazione manifestazione artistica a Castell'Alfero (Asti) nell'anno 2009.

Partecipazione al XIII concorso di scultura "Cesare Pavese" A Santo Stefano Belbo nell'anno 2009.

Collettiva a Palazzo Opesso di Chiesi nell'anno 2009.

Partecipazione manifestazione artistica a Vistrorio nell'anno 2010.

Mostra a Mastri (Rivarolo) anno 2010.

Mostra colletiva in Torino presso Galleria ViviArteViva nell'anno 2010.

Partecipazione a Torinoi Lingotto Fiere alla manifestazione Artexpo nell'anno 2011.

Collettiva a galleria d'arte ViviArteViva anno 2011.

Collettiva (tre artisti) in Torino presso struttura Donna Sommelier .

Partecipazione in Torino Lingotto Fiere per Expocasa 2012.

Mostra colletiva alla galleria Arte Città Amica anno 2012.

Concorso Maestri del legno a Pinerolo 8 e 9 settembre 2012

 

 

Recensioni:

A dir poco sagace si può definire uno scultore come Ilario.

Ho visto unaq mostra esposta da Donna Sommelier, in piazza Castello, all'inaugurazione del 29 novembre 2011 ed il faqscino delle opere di Ilario , una decina all'incirca, mi ha subito conquistato.

Uno stile con un design elegante, utilizzo di svariate tipologie di legno, lo spirito del "ciocco" che viene amplificato dall'artista seguendone le venature e la forma e tirandone fuori l'essenza profonda.

E poi la didascalia con tutta l'epopea della conoscenza storica, esoterica e...ironica, che fa parte di tutte le opere che hi visto, d'Ilario.

L'epopea di Roncisvalle, le forme dell'opera che si perde nel sogno della fantasia, lefacce dei personaggi salgariani della saga di Sandokan e dei suoi tigrotti.

Dal legno, Ilario, ha tirato fuori il sogno... e con particolari intriganti e ben torniti! Molto profondamente mi hanno interessato le forme arabescate  di serpenti , draghi e mostri vbari di fantastica natura. 

Un senso d'avventura profonda, inquieta e affascinante  allo stesso tempo mi ha preso dopo la visione di queste opere. e poi, non dimentichiamo l'ronia scanzonata  e solare dell'artista, che non può non prenderti. (Danilo Tacchino scrittore)

...Ricercatezza di una manualità che sa interpretare superfici e plasticamente adattare  in perfetta sinergia le valenze dei due materiali che uniti, combinano creatività e suggestione: l'unione di legno e pietra, la disposizione dei volumi, l'intarsio ricercato, tutto questo vive nei lavori di Ilario Simonetta (Virginia Colacino  di Corriere dell'Arte)

Scultore e modellatore in legno, in marmo e con materiali diversi, crea opere a carattere simbolico, con allusioni storico-mitologiche di significato estensivo, come la sintetica composizione del "peccato originale" con il duplice significato di colpa iniziale, ma anche la disobbedienza provvidenziale, voluta dai segreti disegni del Massimo fattore, per dare origine e sviluppo al gener vumano pensante e, dunque, capace di riconoscere il suo Creatore.

Anche il marmo "Golgota" ha valenza simbolica, con espliciti riferimenti al colle del supplizio, dove il Redentore incontrò la morte perr ridare vita all'esistenza.

La scultura è scavata di profonde solcature che esaltano il momento culminante della trasfusione della vita trascendentale nella rinascita spirituale dei futuri devoti. (dr.  Enzo Papa)      

  • Golgota
  • Ultima Cena
  • Crociato
  • LA BALLATA DEL DRAGON D'ORO
  • Sauron il Signore degli Anelli

Commenti sulle opere di Similar:

Dai ragazzo che vai bene ! Stai esponendo lua vita di scultore e conoscendoti so che meraviglierai tutti con le tue opere.


commento di Luigi Grassi sull'opera Golgota - lunedì 25 giugno 2012 alle ore 21:02

Ilario, non demordere con il tuoi lavori, e completa la tua pagina. Ciao Luigi


commento di Luigi Grassi sull'opera LA BALLATA DEL DRAGON D'ORO - mercoledì 07 novembre 2012 alle ore 08:49
Banner pubblicitari
Sostengono IoArte
Siti Amici